CARUGATE – “Finalmente è lunedì”.Il cinema d’essai del Cinecircolo “La Strada”, per iniziare bene la settimana

Guai a dire che di lunedì non c’è nulla da fare. Dopo il successo dello scorso anno, il Cinecircolo La Strada torna ogni primo giorno della settimana, con una nuova rassegna cinematografica di qualità.

Fermamente convinti che un cinema di un certo livello è ancora possibile, i giovani appassionati provano ancora una volta a riproporre una serie di titoli poco conosciuti, passati in sordina, ingiustamente sottovalutati o poco sponsorizzati.

Da “Cena tra amici”, commedia francese che per certi versi può essere considerato come un film non adatto ad un cineforum ma è l’ideale per rompere il ghiaccio e farsi quattro risate, a film più impegnativi come “Romanzo di una strage” per ripercorrere attraverso le immagini i tragici eventi di Piazza Fontana che sconvolsero l’intera Italia nel 1969 fino ad arrivare a “Diaz”, altra vicenda del panorama storico  e sociale italiano che ha direttamente toccato l’opinione pubblica, per terminare con Monsieur Lazhar, film drammatico diretto da Philippe Falardeau.

Dal dramma alla commedia, dai film storici e sociali a quella biografici con titoli come Marilyn e The Iron Lady, la proposta cinematografica del Cinercicolo La Strada prova, attraverso dieci film diversi in rassegna da ottobre a dicembre a coinvolgere lo spettatore con un’esperienza che non si esaurisce nella semplice visione della pellicola ma si concretizza attraverso uno scambio di opinioni finali. Anche quest’anno, perla del cinecircolo La Strada, sarà il critico cinematografico Claudio Villa che ci aiuterà ad approfondire il film attraverso un introduzione e coordinando lo scambio di idee al termine del film. Scopriamo così i dieci titoli in programma presso il cineteatro don bosco di carugate, sia quelli che sono già stati proiettati che quelli che sono ancora in programma:

Questa sera in programmazione: Le nevi del Kilimangiaro 

Ispirato al poema Les pauvres gens di Victor Hugo, Le nevi del Kilimangiaro è un film francese del 2011 che racconta la vicenda di una coppia di coniugi che perde, da un giorno all’altro le certezze. Evento scatenante della crisi è la perdita del lavoro del marito e l’irruzione di un gruppo di malviventi in casa per un furto. Per i due la scoperta di chi si cela dietro questo gesto disperato rappresenterà un nuovo inizio e l’occasione di trovare una nuova umanità. Il titolo del film prende il nome da una canzone cantata da  La canzone da Pascal Danel.

Marilyn – Lunedì 12 novembre

Tratto da La mia settimana con Marilyn, libro che raccoglie gli scritti di Colin Clark durante le riprese de Il principe e la ballerina in Inghilterra nel 1954, il film è diretto da Simon Curtis ed interpretato da Michelle Williams, nei panni della diva hollywoodiana, Kenneth Brannagh ed Emma Watson. Tra tensioni sul lavoro e storie d’amore fugaci, il film racconta uno spaccato della vita di Marilyn, sottolineando gli aspetti più fragili e umani della sua personalità.

 The Iron Lady – Lunedì 26 novembre

Da un diva americana ad una donna con D maiuscola: è Margaret Thatcher, Primo Ministro della Gran Bretagna. La carriera politica della Thatcher rivive nel film diretto da Phyllida Lloyd che ripercorre la vita dell’ex Primo Ministro dall’infanzia ai 17 giorni antecedenti alla Guerra delle Falklnd. A raccontare la storia una donna ormai ottantenne che ricorda il passato. A vestire i panni della Thatcher, Meryl Streep che grazie a questo ruolo si è aggiudicata il terzo Oscar.

Bella addormentata – Lunedì 3 dicembre

Marco Bellocchio torna con un film forte e discutibile in cui racconta le vicende di alcuni personaggi che vivono a modo loro, gli ultimi giorni di Eluana Englaro. Il film si svolge, infatti, durante gli ultimi sei giorni di vita di Eluana e racconta le storie che coinvolgono altri personaggi che dovranno fare i conti con a tematica dell’eutanasia. Nel cast Toni Servillo, Alba Rohrwacher, Michele Riondino e Maya Sansa.

Cosa piove dal cielo? – Lunedì 10 dicembre

Diretto da Sebastián Borenszstein e presentato al Festival Internazionale del film di Roma 2011, il film racconta dell’incontro casuale tra Roberto, un negoziante di ferramenta e Juan un cinese giunto a Buenos Aires perché in cerca dello zio. C’è solo un problema: Juan non parla lo spagnolo ma sarà proprio Roberto ad aiutarlo.

Monsieur Lazhar – Lunedì 17 dicembre

Film franco-canadese diretto da Philippe Falardeau, Monsieru Lazhar racconta la vicenda di un immigrato algerino che lavora come insegnate a Montreal e si ritroverà ad affrontare un trauma che ha colpito tutti gli studenti della scuola elementare in cui si ritrova a lavorare.

L’appuntamento è per tutti i lunedì fino a dicembre alle ore 21.00 presso il Cine-Teatro Don Bosco di Carugate. Ad accompagnare i partecipanti alla visione dei film si alterneranno i critici Claudio Villa e Antono Autieri che, in seguito alla visione delle pellicole, si fermeranno con tutti gli spettatori per dar vita ad uno scambio di opinioni.

Marianna Ninni