BUSSERO – Crisi PD. Dimissioni del segretario dei democratici e sezione commissariata alla vigilia delle primarie

Un terremoto politico annunciato quello che nelle scorse settimane ha travolto la sezione locale del PD busserese.

Le dimissioni del coordinatore Alessandro Mure e il commissariamento della sezione dei democratici da parte della federazione milanese arrivano in un momento particolarmente caldo dal punto di vista politico in vista delle elezioni primarie.

Una situazione che risale almeno all’ultimo congresso dello scorso 4 dicembre che ha portato all’elezione dell’attuale direttivo, dichiarato nullo proprio dalla Federazione e da quando una frangia del PD locale, in seguito alla decisione dell’ex-sindaco Franco Colombo che ruppe con “Sinistra per Bussero”, per allargare la maggioranza con “Progetto Bussero”, decise di dar vita all’associazione “Democratici per Bussero”, ma anche quando il Pd busserese alle scorse elezioni si presento’ diviso con una ala di PD che appoggiava il candidato della lista Bussero Più, Carlo Zerbini e l’altra vicina all’attuale maggioranza al governo del paese.

Sarà Arianna Censi, responsabile provinciale degli enti locali per il PD, a guidare il partito fino al nuovo congresso e nella complicata fase delle primarie, “si auspica- dicono dalla sezione locale – in un  clima di confronto politico serio e costruttivo, pur nella grande diversità delle posizioni che, non dimentichiamocelo, hanno condotto all ‘attuale presenza in consiglio comunale di liste di sinistra contrapposte, contraddistinte da visioni fortemente differenziate per il futuro del paese”.