CASSINA DE’ PECCHI – Boom di tatuaggi per l’Emilia. In prima linea per la solidarietà ai terremotati c’è anche “Sago Tattoo”.

Prendi un gruppo di tatuatori emiliani, uniscili alla volontà di contribuire alla ricostruzione della propria regione colpita dal sisma e otterrai: INKIOSTRO PER L’EMILIA.
Un’iniziativa davvero originale, promossa da In Familia Tattoo (Sassuolo), Holy Light (Rubiera) e Ink4Skin (Casinalbo), che lascia il segno, nel vero senso della parola.

Si, perché qui si parla di tatuaggi. Anzi, di un tatuaggio. Più precisamente di un cuore attraversato da una scossa, il cui costo di realizzazione (30 euro) è interamente devoluto al Nucleo Operativo della Croce Rossa di Finale Emilia.
I tre studi di tattoo, hanno dato inizio a questa vera e propria reazione a catena che ha contagiato più di 2000 persone, che si sono fatte tatuare il “cuore con la scossa” negli oltre 35 studi che hanno aderito all’iniziativa.
Nell’elenco delle adesioni compare anche SAGO TATTOO, lo studio di Cassina de’ Pecchi di Mauro Francavilla, che senza indugi e con l’aiuto del suo staff, ha accettato di contribuire al progetto. E il riscontro è stato davvero positivo. In molti, ragazzi, adulti e intere famiglie hanno fissato un appuntamento per avere sulla propria pelle il cuoricino con la scossa.
Ma sorprendentemente la richiesta è andata ben oltre le aspettative, tanto che venerdì 22 giugno, il SAGO TATTOO ha deciso di tenere aperte le porte dello studio e dare il via alla ‘notte bianca’ solo per l’INKIOSTRO PER L’EMILIA.

L’apertura notturna si è protratta fino alle 5.30 del mattino e ha dato i suoi frutti. Infatti oltre 60 persone potranno dire di essere state tatuate a scopo benefico durante quella notte.
Per saperne di più su INKIOSTRO PER L’EMILIA, che si concluderà ufficialmente il 15 luglio, potrete visitare la pagina facebook, dove troverete l’elenco completo degli studi aderenti e innumerevoli foto del cuore con la scossa in tutte le sue varianti.

Marta Brambilla