PIOLTELLO – Lavoro duro. Ritmi massacranti e licenziamenti per i lavoratori della SAFRA, azienda che opera per Esselunga (VIDEO)

Si torna a discutere di lavoro in martesana. Questa volta però non si tratta della crisi o “presunta tale”, che sta costando il posto di lavoro a 325 lavoratori della Jabil di Cassina de’ Pecchi, ma bensì delle condizioni di lavoro degli operai che lavorano nei magazzini dell’ Esselunga di Pioltello.

Lavoratori che per conto della cooperativa SAFRA, che ha in appalto per la famosa azienda lavori come la gestione del magazzino, vivono una situazione lavorativa particolarmente difficile.

Quantitativi enormi di scatole da smistare in 6 ore, con un tempo a disposizione di 15 secondi ciascuna, dove basta una semplice pausa un po più lunga del solito per venire richiamati e perdere il posto di lavoro, oltre che vedersi decurtare l’intera paga della giornata.

Già in 15 di loro tra cui 12 delegati sindacali, dopo essere stati messi in ferie forzate sono stati sospesi dal lavoro.

Da più di un mese sono in presidio permanente fuori dai cancelli, per chiedere migliori condizioni di lavoro. La redazione di fuoridalcomune.it è andata sul posto settimana scorsa, durante un pranzo di solidarietà,  per intervistare i lavoratori (GUARDA IL VIDEO)