PESSANO CON BORNAGO – La “Mafia al nord” vista da Nando Dalla Chiesa

Nando Dalla Chiesa al centro culturale ATRION

 

Nando Dalla Chiesa al centro culturale ATRION

Un gradito ritorno in martesana quello di Nando Dalla Chiesa.

Questa sera presso la sala consigliare di Pessano con Bornago, si parlerà di “mafia al nord”, un argomento che il Professor Dalla Chiesa conosce benissimo essendo docente di Sociologia della criminalità organizzata presso la Facoltà di scienze politiche di Milano.

Ma Dalla Chiesa la mafia, l’ha conosciuta anche sulla propria pelle.

Suo padre, il generale Carlo Alberto, era infatti un uomo che allo Stato e alla lotta alla mafia ha dato la vita  in tutti i sensi.

Una volta arrivato in Sicilia indagò e incriminò la banda del allora boss emergente Luciano Liggio, capo dei corleonesi. Da qui una rapida carriera che lo portò alla nomina di Prefetto di Palermo nel 1982.

Sempre in quell’anno, dopo aver lamentato una carenza dello Stato, il tragico epilogo in un attentato che aveva come mandanti i vertici di Cosa Nostra.

A raccogliere il testimone della lotta alla mafia è stato suo figlio Nando, Presidente onorario dell’Associazione Libera,  che da allora ha dedicato la sua vita alla legalità e al racconto di quanto la criminalità organizzata abbia contaminato le nostre istituzioni, le nostre imprese, la nostra società insomma le nostre vite.

Durante la serata organizzata dall’ARCI “Ubik” e patrocinata dal Comune di Pessano Nando Dalla Chiesa presenterà anche il suo ultimo libro “Le convergenze”, un libro che a partire da spunti di fatti accaduti realmente tratta la connivenza tra mafia e Stato, come  frutto non di specifici accordi o di intese consapevoli, ma del convergere di interessi comuni da parte di criminalità e organizzata e partiti o leader politici.