CARUGATE – “Diventa un Babbo natale attivo”. Singolare iniziativa del Forum Giovani

Dopo il sostegno all’asilo di bimbi haitiani in Repubblica Dominicana,proseguono  le iniziative solidali del Forum Giovani, che questa volta si rivolgono ai vicini di casa monzesi.

Per Natale infatti, i ragazzi di “Principio Attivo” stanno organizzando una visita alla casa accoglienza “Mamma Rita” di Monza, dove oltre ad animare il pomeriggio dei tanti ragazzi, bambini e mamme in difficoltà, porteranno  i doni della comunità carugatese.

Vestiti, giocattoli, giochi in scatola, libri, materiale di cancelleria e merendine a lunga scadenza, per i più piccoli, mentre per i loro coetanei profumi, shampi e bagno schiuma, palloni e come dicono i ragazzi di Carugate, “tutto ciò che il buon cuore dei cittadini carugatesi vorrà donare”.

Sabato a partire dalle 9.30 saranno al mercato mentre domenica sempre alle 9.30 fuori dalla chiesa.

Un iniziativa nata – spiegano i ragazzi –  “con la volontà di sottolineare che i giovani possono essere spesso una risorsa importante per la collettività e promotori di iniziative solidarietà in favore di chi vive situazioni di difficoltà”.

L’impegno dei ragazzi di Carugate infatti, è ormai un dato di fatto e a 360 gradi, che li ha visti più volte protagonisti di numerose iniziative che hanno spaziato tra temi di cittadinanza attiva, cultura,musica, cooperazione internazionale e solidarietà.

Oltre alla raccolta di sabato e domenica, sono previsti altri due appuntamenti per dicembre ed è possibile lasciare i doni anche al martedì sera presso il bar dell’Atrion, che i ragazzi del Forum tengono aperto da qualche anno.

 

 

 

Altri due appuntamenti sono in calendario per il mese prossimo mentre sarà possibile donare anche il martedì sera presso il bar di “Atrion” dove da diversi anni i ragazzi di “Principio Attivo”, organizzano alcune attività.

 

Non è la prima volta che il Forum Giovani mette in campo iniziative di questo tipo “diventare un babbo Natale Attivo significa per noi, sostengono gli organizzatori, promuovere attraverso i giovani e la cittadinanza una cultura di solidarietà concreta dove proprio  i ragazzi sono i protagonisti e promotori