COLOGNO MONZESE – Cunicoli tecnologici, riconosciuto il debito fuori bilancio: la città pagherà

Approvato a maggioranza (tutta l’opposizione è uscita dall’aula non partecipando al voto) dal Consiglio Comunale, nel corso della seduta dell’11 luglio, il debito fuori bilancio derivante dal lodo arbitrale con la società Astaldi S.p.a., riguardante l’annosa vicenda dei “cunicoli tecnologici”.

La procedura arbitrale, richiesta dalla stessa società nel 2006, già nel luglio 2009 aveva visto soccombere il Comune di Cologno Monzese, condannato al pagamento di un importo vicino ai quattro milioni di euro.

In considerazione di questo esito giudiziario la seconda Giunta Soldano, appena insediatasi, ha avviato una serrata trattativa con la controparte, per ottenere una conclusione stragiudiziale meno penalizzante della vicenda, attraverso la sottoscrizione di un accordo condiviso.

Questi contatti hanno sortito la definizione di un accordo che prevede, a carico del Comune, il pagamento di un importo pari a 3,3 milioni di euro, con un risparmio di circa 500.000 euro per le casse della Città. Il Comune si impegna a versare quanto dovuto, pur senza rinunziare al giudizio di appello.

L’approvazione del debito fuori bilancio, a copertura degli importi debitori stabiliti nell’accordo, costituisce pertanto l’implicito riconoscimento della validità della linea risolutiva proposta dalla Giunta Comunale sulla vicenda e definisce, per il momento, il contenzioso in essere con l’interlocutore privato.

Nel video che segue, realizzato da Cologno News, l’assessore ai Servizi Finanziari Simone Piazza parla della questione.