PESSANO CON BORNAGO – Amministrative, presentazione ufficiale per la lista Per Cambiare e il candidato sindaco Massimo Cavalli. Presente anche Guido Podestà

Parterre d’eccezione per la lista Per Cambiare Cavalli Sindaco. Il presidente della Provincia di Milano Guido Podestà, il consigliere regionale Yari Colla e l’assessore alle Aree cittadine e Consigli di zona del Comune di Milano Andrea Mascaretti sono intervenuti a Pessano con Bornago per sostenere Massimo Cavalli, candidato per Pdl e Lega alle elezioni amministrative del 15 e 16 maggio.

Durante la presenteazione di ieri sera, martedì 3 maggio, tutti, al grido di “cambiare è possibile”, hanno invitato i cittadini ad andare a votare, ovviamente per Cavalli e la sua squadra.

La serata, organizzata nella piazzetta di Corso Europa, ha chiamato a raccolta decine di persone, attirate probabilmente anche dall’uomo del centro destra, Massimo Cavalli, che con il suo intervento a metà tra comizio e show, ha bacchettato a più riprese l’Amministrazione uscente, strappando diverse risate ai presenti.

Dopo la presentazione dei candidati, il pezzo forte è toccato allo zoccolo duro del centro destra di Pessano con Bornago: Appio Berneri, militante nel Pdl, che non le ha certo mandate a dire ai candidati della parte avversa, in particolare a Pierangelo Tremolada.

Ci accusano di essere a caccia di poltrone – ha commentato – ma l’attuale sinistra ha sparso un autotreno di Vinavil sulle poltrone. Cosa dobbiamo dire dei soliti nomi? Di Pierangelo Tremolada, ad esempio? Per lui, abbiamo un premio speciale: il Vinavil d’oro!

E ancora: “Continuando su questa strada sarà sempre peggio! Mi dispiace deluderla caro Caridi, siamo ben lontani da giocare la Champions League dei paesi poveri, come piace a lei! Pessano somiglia sempre di più al Satellite di Pioltello, invece che a una piccola Cernusco, come vorremmo noi!”.

Le accuse all’Amministrazione sono proseguite anche con Alberto Villa, candidato e aspirante vicesindaco, che da 24enne si è è poi soffermato nel descrivere le proposte della lista Per cambiare Cavalli sindaco legate al mondo dei giovani: incentivi alla formazione delle famiglie e alla natalità, buoni sport per le famiglie a minor reddito, accordo con Atm per nuovi abbonamenti interurbani dedicati agli studenti, sono solo alcune delle proposte. Cavallo di battaglia, poi, la volontà di realizzare nel Parco Prinetti una nuova biblioteca, treasformando il parco nel polo culturale e giovanile del paese (per leggere il programma completo clicca qui).

E’ stata poi la volta del candidato sondaco: “Grazie per essere venuti e aver sfidato le ire dei regime!“, ha esordito per poi soffermarsi, slides alla mano, “sugli sprechi dell’Amministrazione uscente guidata da Giuseppe Caridi”.

Spendono 17.800 euro dei cittadini per un giornalino (La Filanda) in cui in sostanza dicono che sindaco e assessori sono bravi e belli, senza dare all’opposizione la possibilità di un contraddittorio. Hanno speso la bellezza di 34mila euro per i fare i fuochi d’artificio nell’unica notte in cui c’era un nebbione da far paura! Spendono 2.400 euro per un progetto di cooperazione in Senegal e ne spendono la metà per mandare l’assessore Chiara Fiocchi a supervisionare i lavori. Per non parlare delle 800mila euro per l’archivio cartaceo nell’era digitale!”.

Cavalli ha avuto da dire anche sulle capacità dei candati nelle fila del centrosinistra pessanese: “Sono degli scarsissimi politici – ha chiosato – il cui orizzonte geografico non è mai andato al di là della cascina Valera. In 30 anni non hanno mai partecipato a uno dei migliaia di bandi dell’Unione Europea, non hanno mai ricevuto un centesimo. Hanno un sito Internet fermo all’età della pietra, sono vecchi! Al contrario, sono orgoglioso della mia squadra, fatta di professionisti di grande onestà, senza la quale non avrei mai accettato di candidarmi“.

E’ toccato infine sempre a Cavalli spiegare ai cittadini uno dei pezzi forti del programma del centrodestra: “Abbatteremo i costi della politica – ha spiegato – dimezzando lo stipendio di assessori e sindaco. Nessuno di noi fa il politico di mestiere, altrimenti saremmo costretti a fare ciò che serve per essere eletti, non ciò che serve veramente per il paese“.

Ecco i nomi e i volti di tutti i candidati della lista Per Cambiare Cavalli sindaco:

  • Davide Comincini
  • Salvatore Giardina
  • Appio Berneri
  • Gianluigi Pedrazzini
  • Angelo Marchesi
  • Marco Ziboni
  • Teresina Sottocorno
  • Daniele Galimberti
  • Alberto Villa
  • Antonella Morlotti
  • Davide Tremolada
  • Giuliana Di Rito

Eleonora D’Errico