AGRATE BRIANZA – Furto di rame al parco Colleoni, fermato 39enne di Brugherio

Aveva nascosto quindici chili di rame nei cespugli del parco del centro Colleoni. Una refurtiva fatta di piccole matasse, accumulata da un uomo di 39 anni, che è stato fermato dalla Polizia locale e denunciato a piede libero per furto aggravato.

Mercoledì pomeriggio, intorno alle 15.30, una telefonata alla Polizia di Agrate ha segnalato la presenza di una persona che stava armeggiando attorno ad alcuni pozzetti.

Gli agenti, raggiungendo la zona per verificare la situazione, hanno individuato un uomo che effettivamente si trovava tra i cespugli.

Quest’ultimo, non appena ha avvistato la pattuglia in avvicinamento, è saltato su una bicicletta e si è allontanato in tutta fretta. Gli agenti si sono buttati all’inseguimento dell’individuo, grazie anche alla testimonianza di chi aveva assistito alla scena, che ne ha fornito una dettagliata  descrizione.

Così, una seconda auto della Polizia locale, sopraggiunta nel frattempo, è riuscita a intercettare l’uomo che, a quel punto, ha provato a fuggire attraverso i campi che costeggiano il canale Villoresi, in direzione di Brugherio.

Gli agenti, però, sono riusciti a tagliargli la strada e a bloccare il malvivente, che non aveva addosso alcuna refurtiva. Messo alle strette, l’uomo ha ammesso di aver aperto una decina di tombini all’interno del parco comunale del Colleoni e di aver prelevato i cavi elettrici che servono i pali dell’illuminazione pubblica. Una volta raccolto il bottino di rame, lo ha riunito e nascosto nella vegetazione, pensando di recuperarlo in un secondo momento. Bottino che è stato poi recuperato dagli agenti, che lo hanno quantificato in 15 chili.

L’uomo,  incensurato, ed è stato denunciato per furto aggravato, mentre la matassa dei cavi è stata consegnata al Comune che provvederà a ripristinare l’impianto dl’illuminazione del parco.