MARTESANA – La Teem e le promesse di opere di compensazione disattese: i sindaci chiedono risposte e sono pronti alla mobilitazione

I sindaci si mobilitano contro la Tangenziale Est Esterna di Milano. Può sembrare tardi, visto che il progetto definitivo è già stato presentato, ma è proprio da tale progetto che nasce, per l’ennesima volta, la diatriba.

No Banner to display

Il 3 marzo, infatti, la Conferenza dei sindaci dell’Associazione Comuni per la mobilità sostenibile si è riunita ed è arrivata alla conclusione che l’Accordo di Programma è stato in parte disatteso.

Nello specifico: non è prevista la riqualificazione per alcuni tratti di viabilità ordinaria, per assenza di risorse economiche, e il progetto di preliminare di prolungamento delle linee metropolitane non è stato approvato in quanto non risulta chiara la copertura economica dell’intervento.

I Comuni dell’Associazione per la realizzazione della TANGENZIALE Est Esterna di Milano ed il Potenziamento del sistema della mobilità dell’est milanese e del nord lodigiano chiedono al Ministero delle Infrastrutture ed alla Regione Lombardia di assumersi la responsabilità e di pronunciarsi in modo chiaro su come intendono attuare l’accordo di programma sottoscritto.

Chiedono di incontrare in tempi ravvicinati il Vice Ministro alle Infrastrutture Roberto Castelli, il Presidente della Regione Roberto Formigoni, l’Assessore ai Trasporti e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, per avere chiarimenti ed assunzioni di impegni.

E se la richiesta, come già precedentemente avvenuto, dovesse venire ignorata, gli Amministratori comunali presiederanno gli Uffici della Regione Lombardia sino all’ottenimento di risposte chiare.