MARTESANA – C’è tempo fino a maggio per ottenere la Dote Scuola

    Dal 1° marzo al 2 maggio è possibile presentare la domanda per ottenere la Dote Scuola della Regione Lombardia relativa ai contributi Sostegno al Reddito e Buono Scuola per l’anno scolastico 2011-2012. Entro il 30 settembre, invece, si deve presentare la domanda per la componente Merito, relativa all’anno scolastico in corso. La compilazione e la presentazione della domanda sono possibili esclusivamente on line sul sito www.dote.regione.lombardia.it (nel quale è possibile anche consultare tutte le informazioni sui requisiti per ottenere i contributi), utilizzando la firma digitale legata alla Carta Regionale dei Servizi.

    Per chi non possiede una connessione a internet oppure la firma digitale della CRS è possibile presentare e inoltrare la domanda di sostegno al reddito in Comune (Ufficio Relazioni con il Pubblico); per la domanda del Buono Scuola è necessario rivolgersi alla scuola in cui lo studente è iscritto.

    Insieme alla domanda compilata, bisogna presentare la certificazione ISEE, ove richiesta, e la fotocopia di un documento di identità del richiedente.

    Per tutte le informazioni è possibile anche contattare il numero verde 800.318.318, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9  alle 17, oppure l’URP del Comune (tel. 02.9278444, uffici aperti dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, il lunedì anche dalla 15 alle 19).

    LA DOTE SCUOLA. La Dote Scuola di sostegno al reddito è destinata agli studenti delle scuole statali e va da 90 a 290 euro a seconda del grado della scuola frequentata e della fascia di reddito ISEE alla quale la famiglia dichiara di appartenere. Possono farne richiesta i nuclei familiari il cui reddito ISEE non supera i 15.458 euro.

    Il Buono Scuola è invece destinato agli studenti delle scuole paritarie, il cui nucleo familiare abbia un reddito non superiore a 30.000 euro, da dimostrare attraverso dichiarazione dei redditi; è un contributo che copre parte della spesa dichiarata per l’iscrizione e la frequenza alle scuole. Le famiglie con reddito ISEE fino a 15.458 euro hanno poi diritto a un’integrazione che varia da 400 a 800 euro a seconda dell’ordine della scuola frequentata. Agli studenti con disabilità iscritti nelle scuole paritarie spetta, inoltre, un contributo aggiuntivo di 3.000 euro per le spese connesse alle insegnanti di sostegno, indipendente dalla situazione reddituale.