CERNUSCO SUL NAVIGLIO – Secondo corso di formazione per badanti, 56 ore per apprendere aspetti tecnici e legali. Iscrizioni aperte fino al 24 febbraio

Aprono le iscrizioni al secondo corso di formazione rivolto agli assistenti familiari, comunemente detti “badanti”, già occupati oppure in cerca di occupazione em se stranieri, in regola con il permesso di soggiorno e con una buona comprensione della lingua italiana. La partecipazione al corso offre la possibilità di ottenere una certificazione utile per il riconoscimento professionale e l’iscrizione ad un albo di categoria. Il percorso formativo è organizzato dai Comuni del Piano di Zona del Distretto Sanitario 4, che vedono Cernusco nel ruolo di ente capofila, con la collaborazione di Enaip.

No Banner to display

Il corso vuole essere un contributo rivolto alle famiglie con persone non autosufficienti, che ha come scopo quello di qualificare l’offerta dei servizi per le persone non autosufficienti sostenendo nel contempo lo sviluppo professionale delle persone impegnate nelle attività di cura – ha spiegato Rita Zecchini, nella sua qualità di Presidente del Piano di Zona – Un lavoro molto delicato che necessita di una professionalità a tutto tondo, su aspetti anche molto diversi fra loro. La domanda di assistenza familiare è molto forte e sempre crescente, sul nostro territorio come altrove e questa domanda non si caratterizza solo per quantità ma sempre più anche per qualità.”

Il corso si articola in 56 ore di lezione che si terranno da marzo a giugno, ogni sabato mattina, presso la  sala riunioni dell’Associazione Anni Sempre Verdi (via Verdi 3, a Cernusco sul Naviglio). Le tematiche spaziano attraverso molti aspetti dell’attività legata all’assistenza: dalla cura e assistenza delle persone non autosufficienti alle norme sulla sicurezza degli ambienti domestici, fino alla preparazione e conservazione dei cibi. Il termine per le iscrizioni è il 24 febbraio. I moduli si possono ritirare e consegnare presso gli uffici dei Servizi Sociali dei Comuni di residenza nei rispettivi orari di apertura al pubblico.