CARUGATE – Quattro incontri per imparare la mobilità sostenibile: da mercoledì 23 febbraio Comune, cittadini, aziende e università uniranno le idee e lavoreranno insieme per migliorare la vita in città

Imparare il comportamento sostenibile, iniziando dalla mobilità. Il Comune di Carugate, Fondazione Sodalitas e Politecnico di Milano, con il sostegno di Regione Lombardia, propongono, nell’ambito del Progetto CRESCO-Crescita Compatibile, un ciclo di incontri inerenti alla mobilita sostenibile. Gli incontri, che saranno tenuti da esperti del Politecnico di Milano, riguarderanno i vari aspetti della mobilità coniugati con le specificità di Carugate. Il tema della mobilità sostenibile, infatti, è stato posto fra quelli prioritari nell’ambito del Comitato Promotore del progetto (per saperne di più, leggi l’approfondimento in basso) a cui partecipano le principali componenti sociali del territorio di Carugate. Questo ciclo di incontri rappresenta quindi una prima concretizzazione della richiesta del Comitato.

L’obiettivo degli incontri è quello di individuare i principali problemi connessi alla mobilità di Carugate e di fornire conoscenze e strumenti innovativi nell’ambito della mobilità intelligente, agevolando soprattutto scambi di opinioni e di idee, attraverso la creazione di gruppi di lavoro con cui lavorare per migliorare la mobilità di Carugate.

Il programma prevede 4 incontri della durata di circa 2 ore ciascuno, che inizieranno mercoledì 23 febbraio e si svolgeranno nella Sala Consiliare del Comune di Carugate in Via XX Settembre 4 alle 17.30. Si parlerà degli effetti delle mobilità in-sostenibile, dei nuovi servizi per una mobilità sostenibile (scenari possibili, le principali tendenze), della possibilità di fare a meno dell’auto e dei servizi alternativi all’auto privata, quail Car pool, Car/Bike sharing, Servizi a chiamata.

Per informazioni sui programmi degli incontri, contattare Patrizia Giorgio di Sodalitas all’indirizzo mail patrizia.giorgio@sodalitas.it, o al numero di telefono 02/86.46.02.36.

IL PROGETTO CRESCO. La mission primaria del progetto CRESCO è quella di dar vita a delle “isole di sostenibilità” in tutta Italia. L’idea è quella di mettere insieme, in una vera e propria alleanza, da una parte le imprese e le università, dall’altra le Amministrazioni pubbliche locali, i Comuni appunto, e i cittadini, con l’obiettivo di trasferire dalle imprese e dalle università a cittadini e Comuni le conoscenze, le buone pratiche, il modo di fare sostenibile, il know-how e una serie di utili consigli per adottare stili di vita che sappiano essere più verdi e politiche pubbliche che siano in sintonia con i principi e le istanze della sostenibilità. Per fare alcuni esempi: risparmio di energia, riduzione dei trasporti inquinanti e promozione della mobilità sostenibile, riciclo e riutilizzo, spesa a chilometri zero, teleriscaldamento urbano ecc.

Il promotore del progetto è prima di tutto Sodalitas, la fondazione per il sociale di Assolombarda (l’associazione delle imprese lombarde, sul cui sito si possono trovare tutte le informazioni e i riferimenti del progetto Cresco). Poi ci sono la Regione Lombardia, il Politecnico di Milano, Legambiente, Cittadinanzattiva, l’Anci (associazione dei Comuni italiani) e The Natural step (organizzazione internazionale che aiuta e supporta processi di cambiamento nel senso della sostenibilità).

Sono tre, in particolare, gli ambiti in cui Cresco si muoverà: l’acqua e l’energia, il riciclo e lo smaltimento dei rifiuti e, appunto, la mobilità sostenibile.

Prima di tutto si parlerà ai cittadini, tramite incontri, dibattiti, cinema e teatro, progetti, per far passare il messaggio dell’importanza di adottare comportamenti quotidiani rispettosi dell’ambiente e delle risorse naturali. Ed è qui che si inserisce il ciclo di incontri che partirà domani a Carugate.

Successivamente sarà la volta delle aziende (23 hanno aderito fin dall’inizio del progetto, alcune molto note quail Autogrill, Coca Cola, Pirelli, Roche, Siemens, Telecom Italia e Vodafone, per citarne alcune). Le aziende dialogheranno con i Comuni per aiutarli e sostenerli nella realizzazione di iniziative ispirati alla sostenibilità, per aiutarli a diventare primi in classifica alla prossima edizione dei Comuni ricicloni o a farli diventare Comuni virtuosi.

Intanto sono già state individuate le prime tre isole CRESCO, Abbiategrasso, Morbegno e ovviamente Carugate, che hanno alle spalle una storia di particolare attenzione alla sostenibilità. Carugate, ad esempio, è stato il primo Comune in Italia, e il secondo in Europa dopo Barcellona, a decidere di dotare di impianti solari tutti i nuovi edifici. Ora tocca proprio a Carugate e compagni esportare le buone pratiche e dare il buon esempio.

GUARDA QUI IL VIDEO DEL PROGETTO –>