PIOLTELLO – Elezioni Amministrative 2011: la Lista per Pioltello propone alle forze politiche un patto d’acciaio per evitare possibili infiltrazioni mafiose

In vista  delle elezioni Amministrative che a primavera si terranno a Pioltello, di grande interesse e attualità è una proposta lanciata dalla Lista per Pioltello (lista civica di sinistra attualmente in maggioranza). La lista ha lanciato sul suo blog l’idea di un patto per il controllo reciproco delle liste dei candidati, per ridurre il rischio di infiltrazioni mafiose nel futuro consiglio comunale. “La proposta nasce in risposta ad una serie di fatti che hanno recentemente interessato il nostro territorio si legge sul blog – nel 2010 la magistratura ha scoperto e smantellato una cosca della ‘ndrangheta a Pioltello ed intercettazioni telefoniche hanno manifestato lo specifico interesse per le elezioni nella nostra città da parte di un’altra cosca, in vista dei lavori legati all’Expo 2015; vicino a noi, a fine anno, il Comune di Desio è stata sciolto per infiltrazioni mafiose. Sono segnali seri che la politica locale non può permettersi di ignorare.

Poiché la capacità di persuasione delle mafie è elevata, la Lista per Pioltello ritiene che la migliore reazione della politica a questo concreto pericolo stia in una risposta corale e di mutuo sostegno, senza delegare alla magistratura un compito di auto controllo che è un dovere della politica. La classe politica pioltellese è sostanzialmente sana e dotata degli anticorpi necessari, e tale vogliamo che rimanga.

Concretamente, la Lista per Pioltello invita tutte le forze politiche di sinistra, centro e destra a sottoscrivere pubblicamente un patto, con il quale ogni partito si impegna a sottoporre al vaglio delle altre forze la propria lista dei candidati al consiglio comunale prima di depositarla ufficialmente, per aiutarci a vicenda ad intercettare eventuali nomi di persone sospette di connivenze con le mafie. Siamo convinti che questa proposta possa essere un filtro efficace alle infiltrazioni mafiose e, soprattutto, un deterrente che dissuada tali tentativi alla partenza. E’ un filtro che sarà tanto più potente quanto più ampia sarà l’adesione ed è per questo che invitiamo tutti i partiti e liste ad aderire, senza distinzioni di collocazione politica, perché la lotta alla mafia non ha colore”.

L’invito sarà recapitato nei prossimi giorni alle forze politiche della città. Restiamo quindi in attesa di conoscerne i pareri.