CERNUSCO SUL NAVIGLIO – Mille euro a 48 famiglie per contrastare gli effetti delle crisi economica. Dal 2009 ad oggi il Comune ha erogato 170mila euro

In arrivo per 48 famiglie un contributo di circa 1.000 euro dal Comune di Cernusco sul Naviglio per contrastare gli effetti della crisi economica. È quanto risulta dall’esame delle richieste pervenute a Villa Greppi con il terzo bando anti-crisi chiuso a dicembre. Con questa iniziativa, la terza nel biennio 2009-2010, sale a 170.000 euro la cifra erogata dal Comune per contrastare gli effetti di disoccupazione e mobilità sul territorio cittadino.

Il primo dato che emerge dalle domande pervenute nella seconda parte del 2010 è che ancora una volta si attestano intorno a quota 50: sono 55 quelle del terzo bando, erano 51 quelle del precedente, aperto nella scorsa primavera.

Di esse 7 non sono state ammesse al contributo per mancanza dei requisiti previsti dal bando, mentre  le richieste accolte possono contare su un contributo medio pari a 1.041 euro, erogato in misura pressoché integrale per il mantenimento dell’abitazione principale e per il supporto nel minimo vitale, che si dividono equamente il 90% del fondo complessivo.

La crisi colpisce ancora in modo pesante le famiglie, nonostante i segnali della ripresa – ha spiegato Rita Zecchini, Assessore alle Politiche Socialisegnali ancora troppo piccoli per trainare una ripresa reale e tangibile dell’occupazione. Ma un altro dato ci reoccupa: ci sono circa 30 sfratti pendenti sulle teste di altrettante famiglie che sono in via di esecuzione proprio perché molte persone non riescono più a far fronte al pagamento di affitti spesso esagerati”.

Per fronteggiare queste situazioni servono però misure più strutturali, alle quali l’Assessore sta lavorando nell’ambito del tavolo istituzionale per le politiche attive del lavoro: “In particolare ci stiamo concentrando sui progetti di reinserimento lavorativo finanziati con borse lavoro, con l’obiettivo di convertirli poi in assunzioni stabili”.