CERNUSCO SUL NAVIGLIO – Anziani sì, ma in “mens sana”. Iniziato il programma di monitoraggio delle condizioni di salute della popolazione anziana della città, per promuovere una “sana longevità”

C’è modo e modo di vivere la terza età e l’Amministrazione comunale di Cernusco sul Naviglio vuole analizzare proprio quale sia il migliore. Presentato lo scorso 13 dicembre dall’Assessorato alle Politiche Sociali e dall’Associazione Mens Sana, è cominciato il progetto di ricerca volto a  promuovere una “Sana Longevità” sul territorio di Cernusco Sul Naviglio. Nell’ambito dell’iniziativa, 60 anziani cernuschesi sono stati selezionati con modalità casuale tra la popolazione residente in città: essi parteciperanno a un programma di monitoraggio delle condizioni di salute durante tutto il 2011.

I 60 soggetti sono divisi in due gruppi da 30 persone: il gruppo sperimentale sarà sottoposto al protocollo di intervento che comprende una serie di attività che, dalla letteratura scientifica internazionale, risultano favorire un allungamento della vita in buona salute; il gruppo di controllo, invece, farà da punto di riferimento per gli eventuali cambiamenti che si rileveranno a fine anno.

Gli operatori dell’Associazione Mens Sana hanno iniziato in questi giorni a contattare e incontrare i 60 cernuschesi per la raccolta dei dati anamnestici e delle prime informazioni sulle attività.

I riscontri al momento sono più che positivi, considerata l’alta percentuale di adesione e i commenti di entusiasmo espressi dai partecipanti all’incontro di dicembre – ha commentato l’assessore Rita  ZecchiniPensiamo di avere colto un interesse e un bisogno che sono di molte persone, che vorremmo continuare a soddisfare nella prossima edizione di Essere nel Ben-essere con incontri e conferenze su vari temi legati alla longevità”.