PIOLTELLO – Qualità della vita buona, sicurezza poca: presentati i dati di una ricerca sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini

Che la città di Pioltello sia da tempo considerata la “cugina povera” dei Comuni della Martesana è un dato di fatto. Forse per la vicinanza al capoluogo lombardo, che fa in modo che acquisisca “alcuni difetti” della città, forse per l’elevata percentuale di cittadini stranieri (quasi il 20%), ma Pioltello viene spesso poco considerata, specie dai residenti dei Comuni limitrofi. A torto, ci permettiamo di affermare, perché come sa bene chi ci abita o la vive, Pioltello offre servizi e possibilità spesso di gran lunga superiori rispetto a Comuni considerati più meritevoli. Per questo è interessante scoprire cosa pensa chi Pioltello la conosce bene, e chi meglio dei residenti.

L’Amministrazione guidata da Antonello Concas ha commissionato una ricerca, i cui dati sono stati presentati la scorsa settimana durante una conferenza stampa. La ricerca è stata svolta da SWG e si chiama CITY SECURITY, perché aveva l’obiettivo di indagare la percezione della sicurezza da parte dei cittadini.

Come precisato dal sindaco e dal comandante della Polizia locale, Michele Lupo, la percezione della sicurezza non corrisponde quasi mai ai dati reali sulla sicurezza, proprio per questo è interessante capire come si sentono i residenti in città… al sicuro o no?

CAMPIONE. L’indagine è stata effettuata telefonicamente su un campione casuale di 1000 soggetti maggiorenni. A detta della dottoressa Serena Salterelli della SWG le unità costituenti il campione possono essere considerate rappresentative dell’intera popolazione.

Ci teniamo a precisare che, come spiegato sempre dalla dottoressa Salterelli, i cittadini stranieri intervistati sono stati il 3% per alcuni problemi nel contattarli telefonicamente (le indagini di questo tipo possono essere effettuate su numeri di rete fissa e non su cellulari).

LA QUALITA’ DELLA VITA. Voto medio: 6,3. Ai cittadini è stato chiesto di dare un voto tra 1 e 10 alla qualità della vita a Pioltello: il 24% ha  dichiarato da 1 a 5, il 53% da 6 a 7 e il 23% da 8 a 10.

Rispetto al passato, il 41% ha dichiarato che a Pioltello si vive meglio oggi, il 36% peggio.

I PROBLEMI PIù GRAVI. I problemi più sentiti sono la microcriminalità (il 28%) e la presenza di immigrati (il 20%). E’ interessante notare che la percentuale sale se si prendono in considerazione gli intervistati under 35: la fascia di popolazione più giovane, insomma, avverte di più come problemi la microcriminalità e la presenza di immigrati, rispettivamente il 34 e il 25%.

Altre questioni, poi, sono la disoccupazione e il traffico. Per quanto riguarda la disoccupazione, il 62% dei pioltellesi ha dichiarato che la crisi economica nazionale ha avuto delle ripercussioni sul locale.

PIOLTELLO SICURA O NO? A livello generale il 59% dei pioltellesi dichiara la città in cui vive un luogo poco o per niente sicuro. Il 22% si sente più sicuro rispetto al passato, il 29 nello stesso modo, il 49 meno sicuro.

Il dato particolare è quello in merito alle ragioni che generano insicurezza: il 46% degli intervistati, infatti, ha dichiarato che si tratta degli atti vandalici. Seguono i furti in appartamento (29%) e l’immigrazione clandestina (23%). Non da meno sono gli scippi (18%), le truffe (16%), la violenza (13%) e lo spaccio di stupefacenti (12%).

LE ZONE PIù PERICOLOSE. Il quartiere considerato più a rischio è il Satellite (41%) mentre la restante parte si divide tra parchi, stazione, zona garibaldi. C’è un buon 29% che non sa rispondere.

COSA FARE PER LA SICUREZZA? Il 69% dei cittadini chiede maggiore controllo, intesa come vigilanza in aree particolari o vigili di quartiere. Si ritiene necessaria una maggiore illuminazione, un maggiore controllo sugli extracomunitari e su certe aree, come davanti alle scuole.

I DATI REALI. Ecco qualche dato fornito dal comandante della Polizia locale Michele Lupo in merito ad alcuni reati (i dati si riferiscono al 2010 e comprendono quelli di cui si ha avuto notizia di reato):

  • Furti: 4, in un caso sono state arrestate 3 persone, colte in flagrante mentre cercavano di asportare materiale da un cantiere edile;
  • Guida senza patente: 18, ma in calo se si pensa che nel 2009 erano state 44;
  • Guida in stato di ebbrezza: 5;
  • Danneggiamenti: 1 colto in flagrante; si tratta di un reato di cui difficilmente si scoprono i colpevoli, perché vengono commessi in orari notturni durante i quali la Polizia locale non è presente sul territorio (tra le 19.30 e le 8.00) e sono presenti solo le forze dello stato, quindi i militari dell’arma.
  • Spaccio o uso di sostanze stupefacenti: 7 notizie di reato, 10 arresti;
  • Immigrazione clandestina: 11 notizie di reato, 30 appartamenti perquisiti per un totale di 200 persone controllate. In totale sono state trovate prive di permesso di soggiorno 14 persone.

Per maggiori informazioni scaricate qui il fascicolo con i dati della ricerca: Pioltello_Security_Slide.