PIOLTELLO – Villani: “Una soluzione ai tagli delle risorse alle realtà locali c’è: la tassa automobilistica deve passare dalla Regione Lombardia ai Comuni!”

Tagli delle risorse ai Comuni? Per l’Amministrazione pioltellese una soluzione ci sarebbe e, secondo il sindaco Antonello Concas e l’assessore al Commercio Raffaele Villani, è anche piuttosto semplice: basta devolvere a favore dei Comuni lombardi il 50% delle risorse derivanti dalla tassa automobilistica introitata attualmente da Regione Lombardia, che supera la cifra di 1 miliardo di euro all’anno.

L’assessore Villani studia questa possibilità da anni e, dopo averla analizzata più e più volte, l’ha proposto ai colleghi degli altri 1.500 Comuni lombardi, già alla vigilia della manifestazione dell’8 aprile a Milano, promossa da Anci Lombardia per protestare contro i tagli ai trasferimenti finanziari del governo centrale ai Comuni.

“Siamo molto preoccupati di questa politica centrale che continua a penalizzare gli enti locali più vicini al territorio – ha dichiarato Concas – e ci batteremo con ogni mezzo per far sì che le istituzioni centrali invertano questa pericolosa rotta. Ma oltre ai gesti simbolici e alle legittime rivendicazioni, credo sia doveroso avanzare proposte per uscire da una situazione ormai sempre più difficilmente sostenibile. Ho proposto quindi ad Anci Lombardia e a tutti i colleghi della Regione un’azione congiunta finalizzata a un vero federalismo fiscale. In teoria sul vecchio bollo auto, una montagna di soldi, sarebbe prevista una destinazione d’uso, la manutenzione delle strade. Ma non mi risulta che la Regione Lombardia usi per la manutenzione delle strade il miliardo di euro che ogni anno incamera dagli automobilisti. La manutenzione spetta ai Comuni, che purtroppo devono spesso trascurarla perché le poche risorse devono essere usate prima per cose più urgenti, come i servizi sociali, che adesso vengono ulteriormente resi più difficili da altri tagli governativi. Proponiamo quindi di devolvere almeno il 50% del bollo auto ai Comuni, e di ripristinare il vincolo di destinazione della manutenzione stradale. In questo modo i Comuni potrebbero contare su risorse certe per ripristinare il manto stradale il cui deterioramento avviene maggiormente ad opera degli automezzi che vi circolano. Il miglioramento della manutenzione delle strade avrebbe come beneficio diretto di assicurare maggiormente la viabilità e la sicurezza dei cittadini!”.

“Questo – sostiene Villani – sarebbe davvero, e non soltanto nella fantasia, un atto concreto verso l’attuazione del federalismo fiscale. Invece il Governo, che a parole si proclama federalista, va esattamente nella direzione opposta, e con la finanziaria ha ridotto di un miliardo e cinquecento milioni di euro nel 2011 e di due miliardi e cinquecento milioni nel 2012 e nel 2013 le risorse per i Comuni, che si vedranno così costretti, nel corso dei prossimi anni a ridurre notevolmente i servizi erogati ai propri cittadini, se non addirittura a chiuderne alcuni!“.

Dopo aver partecipato anche alla manifestazione del 23 giugno a Roma, quando i Primi cittadini e i loro assessori hanno sfilato davanti al Senato della Repubblica per protestare contro i tagli alle risorse finanziarie degli enti locali previsti dalla manovra finanziaria approvata il 31 maggio, l’Amministrazione pioltellese torna ora a ribadire la sua proposta. Non resta che aspettare e vedere come Regione Lombardia accoglierà l’iniziativa…