BUSSERO
AL CAG GEKO, LA SCRITTURA RITORNA SCOPERTA DELLE EMOZIONI E DELLE ATTITUDINI PER TUTTI I GIOVANI RAGAZZI

Per molti ragazzi la scrittura è solo la produzione del tema scolastico,
qualcosa di obbligatorio, di soffocante. Eppure i ragazzi scrivono, e tanto: un messaggio della chat, un post sul social network, un sms. È un tipo diverso, ma è pur sempre scrittura.

È da questo presupposto che è partito il progetto del CAG Geko di Bussero “Perché c’è un diavolo in me!”,
laboratorio di scrittura rivolto agli adolescenti, con l’obiettivo di sviluppare al meglio le potenzialità che questa età ricca di emozioni e contraddizioni può fornire.

Il laboratorio, sviluppatosi lungo tre incontri nel mese di Maggio, ha visto la partecipazione di una decina di giovani che, guidati da una conduttrice, hanno seguito stimoli di vario tipo (letterario, musicale, visivo) per arrivare alla produzione di lavori e testi che esprimessero al meglio il proprio io e le proprie possibilità e capacità.

L’intento fondamentale del laboratorio è stato quello di risvegliare la romantica spinta alla sperimentazione tipica dei giovani, cercando di indirizzarli anche alla comprensione del prossimo tramite la condivisione finale dei lavori realizzati.

I ragazzi hanno risposto con entusiasmo  –racconta Serena Pierazzo del CAG di BusseroOgnuno ha messo una parte di sé in questa esperienza di gioco con le parole, che è stata positiva per tutti. Tanto che stiamo valutando di continuare il progetto con altre proposte”.

I numerosi lavori realizzati dai ragazzi del CAG di Bussero, comprendono produzioni di tipo più o meno personale: alcune di queste verranno raccolte e andranno a formare un’unica grande composizione, che sarà la manifestazione finale della loro creatività e che verrà presentata al territorio in occasione della festa del paese

SARA MOLTENI