CERNUSCO – Un murales di oltre 20 metri per simboleggiare l’unione di culture diverse attraverso l’arte. L’originale trovata dell’associazione “ColorEsperanza” e del C.A.G “Labirinto”

writer cernusco e coloresperanzaQuando l’arte si incontra e si contamina di diverse culture, il risultato non può essere che quello visibile sui muri del Cag Labirinto.

La scorsa settimana l’arte pittorica degli artisti dominicani Yineida Fernandez e Pedro Veras ha incontrato la cultura “underground” dei writer milanesi Dep, Flash e Krep e ha dato sfogo ad un murales di circa venti metri che si snoda all’ingresso dell’auditorium di via don Sturzo.

One people, one world“. E’questo il titolo scelto per sintetizzare una giornata trascorsa all’insegna dell’arte e dell’unione tra culture diverse.

L’occasione è stata la permanenza in città degli artisti dominicani, ospitati dall’associazione ColorEsperanza, che non ha esitato a contattare il Centro di Aggregazione Giovanile e in meno di una settimana, le due realtà si sono messe all’opera con l’Amministrazione Comunale per organizzare l’evento.


write session

“E’ un momento importante – ha sottolineato Roberto Codazzi di ColorEsperanza – che arriva a cinque anni della nascita dell’associazione. L’opera infatti rende bene l’idea di quello che ColorEsperanza è e vuole essere, l’unione di culture diverse, la valorizzazione dei saperi ovunque questi risiedano, mostrare che anche nei paesi del sud del mondo, e sempre di più proprio in quei paesi, vi sono capacità e abilità che possono aiutare in Italia, ma non solo, anche la collaborazione con le realtà del territorio milanese, la fusione di generi e il coinvolgimento dei giovani”.

“Nel dipinto possiamo ritrovare le ragioni che ci hanno portato a creare l’associazione e che ogni giorno ci danno energia per continuare”.