VIMODRONE – Arrivano sette nuovi posti auto “in rosa”. L’iniziativa dell’Amministrazione Comunale per “dare precedenza” alle donne in gravidanza e alle neomamme

parcheggi rosaSono sempre più frequenti gli episodi di inciviltà e maleducazione sulle strade, che spesso possono causare addirittura a litigi tra i conducenti.

Scene alle quali, almeno in parte, non dovremmo più assistere a Vimodrone.

“Lasciare il posto alle donne in gravidanza o a chi accompagna bambini sotto i 2 anni di età è segno di civiltà”. A dirlo è l’Amministrazione Comunale, con l’introduzione di 7 nuovi posteggi “rosa” dedicati alle donne in gravidanza e alle neomamme con bambini fino a un anno di vita.

L’idea -si legge nel comunicato – si basa sul concetto del “dare la precedenza”, non ci sono infatti norme legali che prevedano l’obbligo di cedere il posto alle neo-mamme. Niente obblighi,quindi, ma solo una questione di civiltà.

“Fornire un servizio di tutela e protezione per rispondere ad un effettivo bisogno espresso dalla cittadinanza, realizzando stalli di sosta dedicati agli utenti più deboli, proprio in prossimità delle sedi dei servizi di pubblica utilità, come scuola, asilo, Asl, ecc… dove spesso i parcheggi sono occupati, e cercarne uno libero può diventare estenuante e una sicura fonte di stress, è l’espressione concreta della volontà di questa  Amministrazione” – è il commento di Osvalda Zanaboni, consigliere incaricato per politiche sociali e pari opportunità, che ha lavorato a questo progetto assieme al Comandante della Polizia Locale, Gianni Pagliarini.

I nuovi posti auto “rosa” individuati dall’Amministrazione Comunale saranno così dislocati sul territorio:

  •  2 in via Matteotti (a servizio della scuola primaria, sede del Comune e Asl);
  •  1 in via Dei Mille (a servizio delle attività commerciali presenti in zona);
  •  1 in via S. Anna (a servizio del Parco Torri – area giochi);
  •  1 in via Fiume (a servizio della scuola dell’infanzia e della scuola primaria);
  •  1 in via Piave (a servizio delle scuole primaria e secondaria);
  •  1 in via Dante (a servizio dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia).

“Importante sottolineare che i ‘parcheggi rosa’ sono innanzi tutto di cortesia – continua Zanaboni – poiché, non essendo previsti dal Codice della strada, non è possibile elevare sanzioni nei confronti di automobilisti che li occupano indebitamente. Pertanto, affinché gli stalli rimangano a disposizione, l’iniziativa è affidata esclusivamente alla cortesia, responsabilità e senso civico dei cittadini”.

Per accedere ai parcheggi rosa – di cortesia, è sufficiente dotarsi del contrassegno temporaneo rosa, che dovrà essere esposto sul cruscotto all’interno dell’auto e che sarà rilasciato gratuitamente, ad ogni utente avente diritto, presentando domanda su apposito modulo direttamente presso il Comando di Polizia Locale.