fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
img_3990

CASSINA DE’ PECCHI
PUBBLICO INCANTATO IN BIBLIOTECA DALLE PAROLE DELLA GIORNALISTA E SCRITTRICE LEA MELANDRI

dic 1 • CULTURA E TURISMONessun commento

Sulla scia degli incontri per celebrare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne la Cooperativa La Speranza, in collaborazione con UDI Donnedioggi Cernusco Martesana, Libera Università delle Donne e il patrocinio del Comune di Cassina de Pecchi, ha organizzato un incontro presso la Biblioteca Civica con la saggista, scrittrice e giornalista Lea Melandri. Attivista del movimento femminile dagli anni ’70 ha diretto dal 1971 al 1978 la rivista “L’erba Voglio”, dal 1987 è stata promotrice della Libera Università delle Donne e dal 2011 ne veste i panni di Presidentessa. Nella sala conferenze Lea Melandri ha portato con se la sua storia, il suo vissuto e la sua esperienza che tutti i presenti hanno potuto ascoltare con estrema attenzione e coinvolgimento.

img_3987 Un incontro, “Amore e Violenza”, che ha chiamato a raccolta un gran numero di  persone pronte ad sentire le parole che Lea Melandri, con grande pathos e trasporto,   porta in giro per l’Italia da anni. “Per capire la violenza che passa nella relazione tra i sessi   bisogna interrogare a fondo l’amore” è con questa frase che Lea Melandri da il via ad una   serie di riflessioni riguardanti temi come la violenza nei confronti delle donne, il ruolo di   moglie e madre, la rivoluzione femminile capace di mettere a tema tutto ciò che era sempre   stato considerato fuori tema, l’illusione del “due in uno” in campo amoroso e la   consapevolezza di una violenza invisibile anche in amore.

Dopo il femminismo degli anni ’70 non ci sono più stati movimenti duraturi, almeno fino all’anno scorso quando è nata la rete “Non Una Di Meno” con la quale collaboro e nella quale rivedo molto gli ideali che avevamo noi durante gli anni del femminismo – cosi inizia il proprio discorso Lea Melandri che continua – Ci sono voluti diversi anni prima di riuscire ad affrontare il problema della violenza ed in particolar modo della violenza domestica, della quale se ne parla solamente da dieci anni. Bisogna cercare di capire qual è il punto in cui un amore diventa violenza, come questo sia possibile, quali opportunità ci sono per fermare questa ondata”.

 “Siamo particolarmente felici di avere una sala cosi piena segno di un inizio di un percorso importante. Con l’UDI, la cooperativa La Speranza ed il Comune siamo riusciti a creare un gruppo intergenerazionale – dichiara l’assessora alla cultura Laura Vecchisiamo orgogliose di iniziare questa nuova avventura con questa serata dedicata a Lea Melandri”.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »