fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
bbb

CARUGATE
AD APRIRE IL CONCERTO DEI RADIOHEAD CI PENSANO I CARUGATESI “BEFORE BEACON BURNS”

giu 19 • Arte, Cultura e Spettacolo, HomeNessun commento

Sono stati i Before Bacon Burns ad aprire il concerto dei Radiohead di venerdì’ 16 giugno agli I-Days a Monza. La band, che si definisce rock-and-alternative-roll, suona già da parecchi anni in svariati eventi ed occasioni in Martesana e, dopo aver vinto un contest, si è aggiudicata il grande onore di poter salire sul palco degli I-Days insieme ad altre 3 gruppi italiani (Violet Blend, Knk Project e Cantiere 164) in apertura dell’acclamatissima band inglese.

I membri, tre carugatesi, Eleonora Podda (voce e chitarra), Davide Scotti (basso) e Stefano Zecchillo (batteria) e un ragazzo di Bernareggio, Andrea Cattaneo (chitarra), sono tutti giovanissimi di annata 1991 e quello della musica non è (per ora) il loro lavoro a tempo pieno ma un hobby che, orami da diversi anni, coltivano con passione.

COME È NATA LA BAND

“Ci siamo formati nel 2012 – ci racconta Eleonora-  Stefano e Davide erano amici di infanzia mentre io li ho conosciuti tramite l’università. Ai tempi avevo già la passione per il canto ma ancora mi vergognavo a coltivarla e sono stati loro, che stavano mettendo su una band, a convincermi a fare parte del progetto. Abbiamo poi scoperto Andrea tramite un forum dedicato a collaborazioni musicali e ci siamo trovati subito tutti molto bene perché avevamo la stessa idea di musica” 

La band si è inizialmente orientata sul grunge facendo cover di band come Nirvana, Foo Fighters e The Cranberries  e poi finalmente hanno deciso di iniziare anche a comporre: “Ci eravamo stufati di fare solo cover e volevamo cominciare a suonare pezzi propri” commentano infatti dal gruppo. All’inizio scrivevano principalmente in inglese, Ban è il loro primo pezzo in LP seguito da altri tre, ma poi la svolta: “Suonando sempre più siamo cresciuti moltissimo e abbiamo deciso di orientarci su qualcosa di nuovo;  il panorama italiano underground stava diventando sempre più interessante ai nostri occhi e quindi abbiamo deciso di cominciare a cantare in italiano”. 

Da qui il passo è stato breve al loro primo disco ‘La musica elettronica il futuro’ uscito nell’aprile del 2016 grazie ad una campagna di crowdfinding e parzialmente autofinanziato, che raccoglie i loro primi 10 brani italiani inediti.

IL CONCERTO AGLI I-DAYS

“L’avventura degli I-Days è cominciata un po’ per gioco – continuano a raccontarci – il contest era stato avviato dal Brianza Rock Festival, e mirava a selezionare delle band che suonassero sul loro palco durante le giornate dei concerti;  era stato sponsorizzato su Facebook e, prima ancora di farcelo sapere, il nostro chitarrista ci aveva già iscritti! La prima fase consisteva nell’inviare un link ad un proprio brano su You Tube o Sound Cloud con una piccola bio di descrizione. Le iscrizioni si sono concluse con 614 band da tutta Italia ed abbiamo subito pensato che non ce l’avremmo mai fatta!”

Un mese dopo però sono stati comunicati i nomi dei primi 60 selezionati ed i Before Bacon Burns erano fra questi: il sogno ha cominciato ad avverarsi. Un contest social basato su votazioni degli utenti ha ristretto nuovamente il cerchio a 24 gruppi, fino ad arrivare al vero contest musicale davanti ad una giuria professionale e da l’ l’ non ci sono stati più dubbi, una volta approvati il palco degli I-Days è stato loro. “Solo a quel punto abbiamo pensato che potevamo cominciare a credici!” commentano ancora emozionati.

La band ha suonato intorno alle 15.00 del pomeriggio e, anche se hanno precisato che molti fan dovevano ancora arrivare e la folla non era vasta come quella della serata, il risultato li ha soddisfatti: ”Tutta l’avventura è stata molto divertente così come anche la giornata dell’evento vero e proprio, siamo anche dei grandi fan dei Radiohead quindi non poteva andare meglio! Abbiamo suonato su un palco amplio, con una fantastica scenografia ed un suono spettacolare, lavorando al fianco di fonici altamente qualificati, gli che seguono band professionali. I nostri amici hanno fatto tutti il tifo per noi e, qualcuno che aveva acquistato i biglietti del concerto dei Radiohead, ha potuto sentire  anche noi. Conclusione perfetta poi è stato godersi oil concerto a fine della serata.

I ragazzi hanno suonato quattro brani, di cui tre tratti dal loro album e una inedita appena scritta, già alla base di un possibile nuovo CD …  Una giornata davvero indimenticabile nella storia dei B.B.B e, oltre a qualche nuova traccia che pè già in cantiere, chissà cos’altro li aspetta nel prossimo futuro

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »