fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
FRANCOnava

CARUGATE LUTTO
LA COMUNITÀ PIANGE LA SCOMPARSA DI FRANCO NAVA, “LO ZIO DI TUTTI”

gen 26 • Cronaca, HomeNessun commento

Non dobbiamo avere paura della bontà, e neanche della tenerezza“. Lo ha detto Papa Francesco nel giorno dell’inaugurazione del suo pontificato, e proprio bontà, tenerezza d’animo, generosità disinteressata e assoluta semplicità, sono le cose che la comunità di Carugate ha voluto ricordare dando l’ultimo saluto a Francesco Nava, per tutti solo Franco, spentosi a 79 anni dopo due mesi di malattia lo scorso lunedì 23 gennaio.

Sull’altare della chiesa parrocchiale, non solo l’attuale Parrocco Don Claudio Silva, ma anche i preti che con Franco hanno condiviso anni e anni di campeggi con l’oratorio, durante i quali il carugatese si metteva a disposizione per cucinare e seguire i ragazzi: “Quanti ne avrai rassicurati e coccolati prendendoli sulle tue ginocchia“, ha ricordato la nipote Luisa in una toccante lettera di commiato. La funzione dunque è stata concelebrata da Don Maurizio Rolla, cresciuto nella “Curt di Paisan” dove viveva Nava, l’ex prete dell’oratorio Don Mauro Santoro e il precedente parrocco Don Piero Salvioni.

Appassionato della lavorazione del legno, Franco era attento alla cura dei dettagli più piccoli così com’era attento ai bimbi e ai più fragili, come i ragazzi disabili di Bussero, che accompagnava nelle gite in montagna cucinando e divertendosi con loro, o i ragazzi del centro sociosanitario Vismara Don Gnocchi di Milano, ai quali confezionava regalini in legno per il Natale, regalini che poi preparava anche ad altre associazioni.  Per i suoi pronipoti nutriva un affetto sconfinato, ma qualsiasi bambino passasse dalla corte che si affaccia su Piazza Manzoni, da Franco sapeva di poter ricevere attenzioni e coccole, per una partita a carte, due tiri a palla e “w il Milan“, due frasi dette a voce alta facendo finta di farli scappare: “ti amasso néh“, braccia al cielo e poi giù una risata.

E poi c’era la sua casa, che ha amato costruire in ogni piccolissimo momento, con cura e attenzione e per uno scopo preciso: accogliervi le sue sorelle, i nipoti, la famiglia e tutte le persone che amava, ”riunite attorno a quel tavolo lunghissimo che ricordo sempre -ha detto Don Claudio Silva- quasi fosse un’eucarestia. E com’eri orgoglioso Franco, di avere attorno a te, nella tua casa costruita con amore, tutti i tuoi cari”.

Fare le cose per gli altri, rendersi utile al prossimo, stare in compagnia nella più sincera e disarmante semplicità che è propria delle persone davvero buone d’animo, incapaci di pensieri negativi e corrotti. Ecco cosa voleva più di ogni altra cosa Franco Nava, che accoglieva i vicini di casa per una cassoeula, con loro allestiva il presepe nel pozzo della corte e addobbava con orgoglio l’ingresso per il Festone; che in estate prendeva il sole leggendo la Gazzetta dello Sport e girava in paese con “la bicicletta carica di scatoloni e borse“, come ha ricordato sempre la nipote Luisa, che ha poi concluso: Eri lo zio di tutti dicono, e questo condividerti non può che renderci ancora più orgogliosi di averti come zio”.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »