fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
biagiodinardo

BRUGHERIO LUTTO
IN TANTI PER ACCOMPAGNARE BIAGIO DI NARDO NEL SUO ULTIMO VOLO

gen 19 • Cronaca, HomeNessun commento

Quando si segue il volo di un palloncino che si alza nel cielo, c’è un momento preciso in cui si passa dal vederlo piccolo, piccolissimo, al momento in cui non lo si vede più, l’occhio non lo raggiunge più con lo sguardo, ma il palloncino continua a salire. E’ un attimo brevissimo che segna la presenza, dall’assenza.

In un attimo così breve e completamente imprevisto, Biagio Di Nardo, 68 anni, vicepresidente della Compagnia della Mongolfiera, se n’è andato, tenendo la mano all’amico Roberto Pirruccio, nella sede ancora non inaugurata dell’associazione, dove nella mattina di venerdì 13 gennaio, stava mettendo ordine alle cose da fare, alle incombenze da svolgere, insomma, la quotidianità. A nulla sarebbe servito l’intervento del 118, quel giorno in tilt a causa dell’emergenza ghiaccio; purtroppo la rottura di un’aorta non gli avrebbe lasciato comunque margine di speranza. Nel giorno dei funerali, il figlio Mauro e la moglie Elisabetta, hanno accolto amici e parenti con la grandissima compostezza di un dolore dignitoso quanto ancora improvviso, inaspettato e spaesante.

biagiomonogolfiera

partenza in mongolfiera

“Ricordiamo una persona gentile, con tanta voglia di vivere e di appassionarsi, piena di idee, entusiasmo e interessi -ha ricordato Roberto Pirruccio, della Compagnia della Mongolfiera, in un ricordo personale che ha incluso anche il pensiero della famiglia- Non si è mai tirato indietro di fronte agli impegni e sacrifici che ha incontrato, e nonostante la sua testardaggine e tenacia, è sempre stato disponibile ed affettuoso”.

Biagio era una persona curiosa e con estrema voglia di conoscere e sapere. Aveva lavorato per anni come tecnico televisivo, nell’umiltà del dietro le quinte che non si vede ma fa la gran mole del lavoro. Frequentava la palestra, l’università, il corso d’inglese, teneva a mente con dovizia di particolari i dettagli della storia, le date, e amava confrontarsi, scambiare opinioni anche in modo vivace, ma sempre nel rispetto delle idee altrui, senza mai giudicare.

biagiocompagnia

La mongolfiera che Biagio amava tanto, con il suo risalire al cielo ci aiuta come simbolo forte di quello che è il viaggio verso l’alto che tutti noi compiamo da quando nasciamo. Il vero messaggio che portiamo a casa dalla vita di Biagio, è che bisogna sempre tendere all’alto, mai accontentarsi di una vita tiepida vissuta al ribasso, quasi rasente a terra. Bisogna sempre, volare alto”. Don Vittorino Zoia, ha ricordato così Biagio Di Nardo durante le esequie di mercoledì, che hanno visto la presenza di amici, familiari, compagni di corso alla scuola d’inglese, e della Compagnia della Mongolfiera al completo, che ha depositato il cappello ottocentesco che Biagio usava nelle uscite ufficiali in costume (foto sopra, il secondo da sinistra). 

Nulla potrà sostituire la tua presenza così attiva –recitava ancora il saluto di Pirruccio e della famiglia- possiamo solo ispirarci a te e tenere nel nostro cuore almeno una parte della bontà d’animo che hai dimostrato, per farci coraggio e proseguire il cammino che ci aspetta”.

Col cuore pesante non ci si alza in volo, ma guardando in alto arriverà presto il tempo per tornare ai sorrisi, ricordando quello di Biagio, che fa scappare il suo gatto sotto il letto perché esulta urlando al goal dell’Inter, che legge il Corriere appena comprato e beve un caffè al bar in compagnia degli amici, o che si alza in volo, in mongolfiera, ancora una volta.

compagniamongolfierabiagio

Biagio, 2° in piedi da destra, a Natale 2016 con la Compagnia della Mongolfiera

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »