fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
LOGOPERCALCIOFEMMINILE02

CALCIO FEMMINILE
E’ TEMPO DI RUSH FINALE PRIMA DELLA PAUSA INVERNALE. ECCO COS’ È SUCCESSO

dic 4 • Calcio in rosa, SportNessun commento

Mancano due giornate alla pausa invernale, e ci sono partite determinanti sui campi della Federazione e del CSI. Ecco come le hanno affrontate le squadre della Martesana.

SERIE D – 12° andata
girone A
MGM calcio – Fulgor Segrate: 1 – 3
Afforese – Pontese: 1 – 1
Cosio Valtellino – Ceresium bisustum: 0 – 5
Circolo Giovanile Bresso – Novedrate: 0 – 0
Ossona – Bareggio San Martino:5 – 5
San Zeno – Alto Verbano: 1 – 0
Mortara: riposa

Prova ad accorciare le distanze dalle avversarie la Fulgor Segrate, che a meno 2 gare dalla fine del girone di andata, cerca di chiudere in bellezza. E infatti ci riesce eccome la formazione di coach Masi, che parte in quinta facendo girare la palla a terra e mostrando bel gioco. Pedrinelli e Fedegari assestano il colpo del 2 a 0, ma nonostante questo la vocazione offensiva della Fulgor non è mai doma, e le ragazze continuano a spingersi una vanti alla ricerca del goal. Come spesso accade, ecco che da un contropiede scaturisce la rete avversaria che accorcia le distanze. Ci pensa poi Oriani a trovare il 3 a 1, dopo aver cercato la rete senza trovarla più volte. “Chiunque giochi è un’eccellente titolare -ha spiegato Masi- il gruppo è forte ed è costruito su un telaio di ragazze davvero davvero brave. Oggi c’è stata una reazione soprattutto in termini di concentrazione che era quella mancata nella scorsa partita. Ora avanti nella nostra marcia, chissà, magari con l’obiettivo play off”.

girone B
Montorfano Rovato – Speranza Agrate: 5 – 1

Boltiere – Nuova Frontiera: 0 – 2
Crema – Femminile Mantova Calcio B: NP
Femminile Mantova Calcio – Solleone Marcolini: 4 – 0
Flero – Vibe Ronchese: 3 – 0
Globo Calcio – Pol. Monterosso: 5 – 0
Mario Bettinzoli – Femminile Piacenza: 3 – 2

Era uno di quei match che valgono l’anno. Con 180 minuti da giocare prima del riposo invernale, la squadra di coach Brambilla aveva la possibilità di accorciare contro la diretta concorrente alla testa della classifica, sino a ieri avanti di 5 punti. Purtroppo davanti alla Speranza Agrate si è parata una squadra davvero di altra categoria, devastante dal centro campo in su, attenta dietro, combattente su ogni pallone e con individualità che hanno fatto la differenza. La differenza per le agratesi l’ha fatta invece l’infermeria, più affollata della panchina oggi, con pezzi da novanta fermi ai box nella sfida determinante. Peccato, perché erano state proprio le ragazze di Brambilla a passare in avanti per 1 a 0 con Mauri, ma già a fine primo tempo le avversarie avevano ribaltato la situazione affermandosi per 2 a 1. Nonostante questo il gioco nella prima frazione era stato equilibrato. La ripresa però si riassume nei primi quattro minuti, nei quali la capolista mette a segno le altre 3 reti, tra cui un autogol. E’ una mazzata da cui la Speranza non si riprende più. “Forse il risultato è anche troppo pesante, ma la sconfitta ci sta perché loro sono davvero una grandissima squadra con un centrocampo superlativo e un capitano fortissimo“, ha commentato a margine del match il dirigente Roberto Colnago.

Il Nuova Frontiera dove provare a ritrovare morale dopo la sconfitta della passata settimana, e ci è riuscito in un match per nulla esaltante. Ad inizio gara Amadeo si inventa il goal del vantaggio con un tiro da posizione defilata dopo un passaggio di Motta, e per il primo tempo si può dire che sia l’unica vera emozione da mandare a referto. Nella ripresa il copione è piuttosto simile ma la squadra di coach Stroppa, che oggi cambia solo una pedina in corso all’11 titolare (entra Bonzani), prova a far girare di più il pallone e approfitta poi della superiorità numerica (espulsa la numero 8 avversaria) per chiudere i conti. Sullo scadere infatti, sempre Amadeo di testa risolve una mischia in area. “Oggi non siamo riusciti a controllare la partita come avremmo voluto ma con il carattere l’abbiamo fatto 3 punti importantissimi. Sopratutto dopo le inaspettate sconfitte di Agrate e Piacenza”

ECCELLENZA – C.S.I – 11° andata
Pol. Carugate – SLV: 5 – 2
Olimpia Riozzo – Monnet Xenia Sport: 1 – 2
Bresso – La Traccia: 1 – 2
Pro Vigevano Suardese – Atletico Alveare: 3 – 5
Resurrezione – Baranzatese: 4 – 1
Franco Scarioni – Idrostar: 0 – 2
OSM Veduggio – San Rocco: 4 – 4
OSG 2001 – Settimo Calcio: 2 – 1

La Polisportiva Carugate in casa ha un moto d’orgoglio, e seppur contro una squadra di bassa classifica, sfodera un’ottima prestazione che rincuora  e lascia ottimismo quando c’è ancora una partita prima della pausa per le vacanze. Finisce 5 a 2 a Carugate, dove Bernareggi torna a segnare e lo fa con una tripletta. Con lei a segno sul tabellino anche Nucara e Guerra. Coach Caniglia dice tutto: “Dopo un mese negativo sotto l’aspetto dei risultati, ieri si è ritornati alla vittoria con una prestazione di sacrificio e voglia di vincere -ha detto- Il risultato di 5-2 maturato è stato ampiamente meritato senza mai dare tante possibilità alla squadra avversaria. Abbiamo giocato da squadra è questa la strada giusta per continuare questo cammino in campionato. Complimenti a tutte.”

OPEN A – C.S.I. – 10° andata
girone B (link)

girone A
Hockey Cernusco Bianco – Desio: 4 – 1
Sporting Club Cinisello – APO Vedano:  2 – 0
Polis Senago – Nuova Amatese: 5 – 3

OSL Muggiò – Vaprio Calcio: 1 – 6

L’ Hockey Cernusco vuole il riscatto dopo la sconfitta in quel di Carugate, e ci prova contro l’ultima in classifica per cercare di staccare la zona retrocessione. La vittoria arriva ed è un netto 4 a 1, dove le danze le ha aperte Sorgonà per l’unico goal della prima frazione di gara. Nella ripresa, in un match dove le avversarie hanno davvero poco da dire, Cavalieri, Pirola e Brambilla completano il tabellino dello score, che vede spazio anche per il goal della bandiera a risultato già acquisito. “Sono molto soddisfatto del gioco, le ragazze hanno giocato bene -ha commentato coach Simone Villa- C’è molto da lavorare e i margini di miglioramento sono enormi, però 3 vittorie nelle ultime 4 partite fanno ben sperare”. Per onor di cronaca va detto che le cernuschesi hanno colpito anche alcune traverse rendendosi pericolose in più di un’occasione. 

OPEN B –  C.S.I. – 10° andata
girone A (link)
girone B (link)

girone D (link)

girone C
Oratorio Bornago - Hockey Cernusco Rosso: 2 – 1
Rodanese – Circolo Acli Lambrate: 0 – 3

S. Albino – S. Damiano – HSM Femminile: rinviata
ASO Cernusco Rosa – Spazio A Calcio: 5 – 1
San Marco OSF – Pol Dugnano Verdi: NP

La dirigenza del Bornago ha dormito sogni felici dopo la vittoria in casa contro il Cernusco, non tanto per il risultato, quanto per il livello della prestazione, che è parso ai più molto convincete. In realtà tutto il match è stato davvero piacevole e ben giocato da entrambe le squadre che hanno onorato l’impegno. A passare in vantaggio sono le ragazze di Cernusco, con Cislaghi, e nei minuti successivi il pallino del gioco resta nelle mani delle ospiti che sul campo di Bornago sembrano essere più convinte, seppur sbattendo ripetutamente contro il muro difensivo avversario. Col passare del tempo le padrone di casa prendono fiducia però, e nel secondo tempo danno l’idea id ave ritrovato spirito di gruppo e morale per raddrizzare il match. Così è: Cilano esplode un missile in porta, e sulla ribattuta del portiere Gurrado infila il pareggio. Dall’altra parte del campo però, il Cernusco si vede negare la gioia del goal da una Bertini in splendida forma tra i pali. A due minuti dalla fine arriva l’emozione vittoria per Bornago: da 30 metri Gerosa trova una punizione insidiosa che il portiere non vede partire, ma che vede finire in porta per il definitivo 2 a 1.

Va a valanga l’ ASO Cernusco Rosa di coach Canzi, che travolge in casa le avversarie per 5 reti a 1. In realtà la partita era partita male con le ragazze subito sotto di un goal. lo shock dura poco però, e l’ ASO trova subito il pareggio sugli sviluppi di un calcio piazzato dove Paderno serve Galli che indisturbata batte a rete. Mentre Cernusco si riversa una vanti, le avversarie creano gioco ma non finalizzano sotto porta, e così le ragazze di Canzi aumentano la pressione e su punizione è ancora Galli a trovare la rete sul palo lontano. La ripresa vede l’ingresso in campo di Chiudinelli in attacco, anche se il terzo goal è la prima tripletta personale di Galli. A chiudinelli spetta invece il 4 a 1 a tu per tu col portiere. Alla fine c’è gloria anche per Paderno che se ne va in solitaria e dalla sinistra infila la palla sotto l’incrocio. “Abbiamo adottato un gioco più snervante per le avversarie, ora pressiamo a uomo e molto alte -ha spiegato coach Canzi a fine gara- Questo gioco ha iniziato a portare i suoi frutti, sono state impeccabili e sono uscite con la lingua per terra, bisogna fare i complimenti a tutte perchè hanno dato una prova di forza finalmente ricompensata. Siamo molto contenti per le più piccole che finalmente si sono sbloccate segnando la loro prima rete stagionale, speriamo continuino! Il nostro campionato inizia qui !”

La Rodanese nonostante un match piuttosto equilibrato per lunghi tratti, non riesco nemmeno oggi a portare a casa tre punti preziosi. Subito sotto di un goal sugli sviluppi di un calcio d’angolo, le ragazze di Rodano provano a gestire il gioco, creano anche buon gioco ma sotto non riescono a spezzare il digiuno. Così a fine primo tempo è Meazza tra i pali a sventare un altro pericolo. Nel secondo tempo le due formazioni si equivalgono, ma un rimpallo e un’autorete sfortunata chiudono i conti per le ospiti. Nel finale la Rodenase esce più spesso e prova ad essere pericolosa non trovando la via del goal però.

Ringraziamo il sito Azzurragirls per la collaborazione.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »