fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
FOTO BUFALI

CERNUSCO SUL NAVIGLIO
FESTA GRANDE IN CASA BUFALI TRA PRESENTAZIONE DELLE SQUADRE E VITTORIA CASALINGA IN SERIE C GOLD

nov 15 • Home, SportNessun commento

Una grande famiglia. E’ stata questa l’atmosfera che si è respirata lo scorso sabato al “Palabufali” di via Buonarroti dove 290 atleti, di età compresa tra i 5 e i 20 anni, circa 30 tra allenatori e dirigenti e più di 300 genitori si sono dati appuntamento per salutare i giovani cestisti alla consueta presentazione delle squadre in occasione dell’avvio della stagione sportiva 2016-2017. Dai piccolissimi del microbasket ai ragazzi dell’under 20 accompagnati dai loro beniamini della prima squadra, hanno sfilato sul parquet cernuschese di fronte al pubblico che ha letteralmente preso d’assalto gli spalti del palazzetto. A salutare l’esercito dei cestisti cernuschesi e le loro famiglie il Presidente Mattia Mitola, il Dirigente Roberto Meier e l’Assessore allo sport Ermanno Zacchetti. E come ogni presentazione che si rispetti, non potevano mancare neppure gli ospiti d’eccellenza.

bufali 1

 

DA BUFALI A EX BUFALI

Michele AntelliE’ proprio vero che il primo amore non si scorda mai. A testimoniarlo è Michele Antelli, il giovane talento cernuschese nato in casa Libertas Cernusco, arrivato al debutto in serie A a soli 17 anni lo scorso anno con la Reyer Venezia, proprio contro l’Olimpia Milano al Forum di Assago. Antelli, classe ’98, ora è in prestito alla Ruker Sanve, società che disputa il campionato di serie B, e quando può, non perde mai l’occasione per tornare a Cernusco a salutare ex compagni, staff e giocatori di quella che lui stesso ama definire “casa”, e che gli ha fornito l’opportunità di giocare a livello professionistico.

 I CAMPIONI D’ITALIA

unspecifiedC’era da aspettarselo, la standing ovation è stata tutta per loro: giro di campo d’onore per i campioni d’Italia, la squadra ex under 15, che è entrata nella storia del basket italiano e si è conquistata un posto nella vetta più alta della pallacanestro giovanile nazionale (LEGGI QUI) . I ragazzi guidati da coach Marco Cornaghi proveranno a ripetersi nella “mission impossible” di giocarsela anche quest’anno per portare la squadra sui gradini più alti del campionato ora under 16, ma l’emozione di essere campioni d’Italia in carica e il ricordo della storica impresa è ancora molto viva nel cuore dei ragazzi e della società cernuschese.

 

SERIE C GOLD: LA LIBERTAS VINCE E CONVINCE SOTTO GLI OCCHI DEL SUO PUBBLICO

bufali

Non proprio una partita di cartello, ma vincere in un palazzetto strabordante di pubblico di casa era quanto mai fondamentale.

Gara ben amministrata dalla Libertas Cernusco che domina per 71-51 su una Lierna costretta sempre ad inseguire ma mai veramente pericolosa.

Partenza leggermente in salita per la squadra di casa, che fatica un po’ a cercare  i lunghi e perde qualche palla di troppo in attacco, anche se in realtà la sensazione è più quella di un preludio che non di una serata no, complice invece, una difesa che si preannuncia solida ed intensa fin dai primi minuti di gioco.

I risultati non tardano ad arrivare anche in attacco, quando Mercante, autore di una gara da manuale (17 punti 4 rimbalzi e 5 assist), piazza una tripla, recupera un pallone e segna i due punti che costringono coach Ferrari a forzare il time-out e producono il primo parzialone cernuschese di 9-0.

Ma è nel secondo quarto che i bufali iniziano macinare gioco anche in attacco, molto più fluido ed incisivo sia in transizione che con la difesa schierata. La buona circolarità di palla della squadra di coach Gandini, infatti mette in condizione gli esterni di prendere buoni tiri piedi a terra e di trovare soluzioni anche nel pitturato così da iniziare a scavare il vantaggio cernuschese che alla pausa lunga segna +9 per i padroni di casa.

Non cambia la musica nel terzo quarto. Una libertas davvero reattiva in difesa che concede molto poco agli avversari (10 punti nel terzo quarto) costringendo l’attacco di Lierna a forzature e portandolo più volte all’infrazione dei 24 secondi, mentre sale in cattedra l’asse capitan Zanchetta – Bosio che nell’altra metà del campo permette ai bufali di allungare sul + 19.

Da qui in poi Cernusco in pieno controllo della partita con un po’ di disorientamento tra la fine del terzo e inizio del quarto, sulla difesa a zona di Lierna, che prova a rientrare con Pedalà sul 55 a 47, ma a ristabilire l’ordine ci pensa Carzaniga con una tripla e jumpshot dalla media. La chiusura del match invece è affidata ancora a Mercante che con una tripla e un assist per Cogliati manda tutti a casa sul +20 per i bufali.

Siamo riusciti a fare quello che dovremmo fare ogni partita, vincendo per il nostro pubblico contro un avversario pericoloso– ha dichiarato soddisfatto il coach Paolo Gandini- Una buona prova corale con una difesa forte e un attacco in  ritmo che ci ha permesso per la maggior parte delle volte di prendere tiri facili. Siamo stati bravi –ha poi proseguito coach Gandini- anche con quintetti anomali, quando abbiamo avuto problemi di falli utilizzando l’apporto di tutti, compreso quelli che hanno giocato meno, come Antelli, ma si sono fatti trovare pronti e determinanti nel momento del bisogno”.

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »