fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
Scola COlogno01

COLOGNO
IL CARDINALE SCOLA VISITA SAN GIULIANO: “DIO VIENE A RIPRENDERCI ANCHE SE CI SIAMO ALLONTANATI”

giu 9 • Cronaca, HomeNessun commento

Per festeggiare la sua fondazione, avvenuta ai primi di giugno di 440 anni fa, la parrocchia di San Giuliano ha ospitato l’Arcivescovo Cardinale Angelo Scola, che alle 10.30 di domenica 5 giugno ha celebrato la Messa nel teatro dell’oratorio in occasione del tradizionale dono del Cero Pasquale. Tra i numerosi fedeli, presenti anche il vicesindaco di Cologno Gianfranco Cerioli con la Giunta, il sindaco di Vimodrone Antonio Brescianini e le autorità.

Le parole del Vescovo
scolacologno03“L’Arcivescovo, ringraziandovi, vi lascia questo compito -ha detto Scola- comunicare la bellezza, la bontà e la verità del seguire Gesù a tutti i nostri fratelli battezzati, soprattutto a chi ha perso la strada di casa”. Durante l’omelia, il Cardinale si è invece soffermato sulla prima lettura, il famoso racconto simbolico del peccato originale: “Il brano della Genesi, la cui struttura ultima risale a quasi tremila anni fa, tocca un problema molto attuale: l’origine del male e il senso della morte, a cui tutti siamo ancora sottoposti”. Scola ha voluto quindi attualizzare il momento in cui l’uomo assaggia il frutto proibito, dopo la tentazione del serpente “che insinua l’obiezione al disegno di Dio”. “Lì –ha detto- viene fuori la domanda che dobbiamo sentire riferita a ognuno di noi: “Adamo, dove sei?”. Anche noi, infatti, molto spesso ci allontaniamo da Dio, pensando di avere in mano del tutto la nostra esistenza. In un’epoca come questa la tentazione dell’individualismo, anche nella forma più radicata del narcisismo, ha un grande peso: ci accorgiamo del nostro prossimo soloquando ci è utile.

Riferendosi poi alla seconda lettura e al brano del Vangelo, l’Arcivescovo ha proseguito chiarendo come, “pieno di tenerezza, Dio viene a riprenderci anche se ci siamo allontanati; questo ce lo spiega bene l’epistola quando dice che là dove ha abbondato il peccato, ha sovrabbondato la Grazia. Ma a una condizione –ha poi aggiunto il Cardinale- bene rappresentata dalla figura di San Giuseppe, che noi purtroppo sottostimiamo: lui ardeva per l’attesa del Messia e per questo accetta di passare davanti alla grande prova del mistero del concepimento di sua moglie. Dice anche lui il suo sì, come lo ha detto Maria e come dobbiamo dirlo noi”.

Il dono del Cero Pasquale, una plurisecolare tradizione
scolacologno02Durante questa visita eccezionale, c’è stato anche il dono del cero pasquale da parte del sindaco di Vimodrone Brescianini alla parrocchia di San Giuliano. Lo storia, infatti, narra che nel 1578 San Carlo Borromeo abbia istituito le due parrocchie di San Giuliano Monzese e San Remigio a Vimodrone, emanando un decreto secondo cui ogni anno la parrocchia di San Remigio avrebbe offerto a quella di San Giuliano un cero pasquale in segno di riconoscenza. Domenica è stato lo stesso sindaco, durante la presentazione dei doni all’altare, a rispettare la plurisecolare tradizione.

Tra i concelebranti, insieme all’Arcivescovo, anche il Vicario Don Piero Cresseri, il parroco Don Gianfranco Macor e i suoi collaboratori pastorali Don Marcel e Don Stefano Guastamacchia, che domani (10 giugno) festeggerà i dieci anni di sacerdozio, trascorsi tutti nella stessa parrocchia colognese.

 ANDREA AMATO

 

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »