fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
calciofemminile

CALCIO FEMMINILE 28° EPISODIO
BENE, MA NON BENISSIMO OGGI IN MARTESANA. VITTORIE MA ANCHE SCONFITTE AMARE

apr 17 • Calcio in rosa, Home, SportNessun commento

Ci sono state vittorie importanti per il morale, ma anche sconfitte pesanti per gli obiettivi stagionali. Una giornata che è andata bene, ma non benissimo dunque in Martesana. Nota positiva è la Lady Cup, dove, male che vada, comunque i nostri paesi sono risulti a portare due squadre tra i primi quattro posti di tutto il comparto femminile del CSI Milano. In federazione sfumano i sogni playoff per qualcuno. Andiamo a vedere nel dettaglio.

FEDERAZIONE - SERIE C – 14° giornata di ritorno
Academy Fanfulla – Speranza Agrate: 3 – 3
Doverese – Pontese: NP
Dreamers – Fiammamonza 1970: 1  1
Femminile Ausonia – Olimpia Paitone: 0 -2
Pieve 010 – Femminile Tabiago: 3 – 0
Presezzo Femminile – Tradate Abbiate: 3 – 1
Pro Lissone – Voghera: 3 – 0
Varedo – Riozzese: 1 – 5
Cortefranca: riposa

La Speranza convince davvero solo per un tempo, ma non basta per trovare la vittoria. In trasferta le ragazze di Agrate si portano avanti con Spreafico, ma nel primo tempo sono più che altro disorientate e poco concentrate, e le avversarie ne approfittano subito, trovando il vantaggio con un uno-due micidiale che ribalta il risultato. La strigliata negli spogliatoi di Coach Brambilla sortisce però i suoi risultati. La ripresa mostra una squadra con tutto un altro piglio, con una grinta diversa e molta più convinzione su ogni pallone. Il 2 a 1 diventa così un 2 a 2 con un gran tiro di Castelli da fuori area ben servita da Mauri. Capitan Biffi regala la momentanea gioia alle sue siglando la rete del 3 a 2, ma a pochi minuti dalla fine arriva il pareggio beffa, soprattutto dopo che a Gervasoni era stata annullata una rete per fuorigioco.

FEDERAZIONE – SERIE D – 9° giornata di andata
girone A (qui)

girone B:
Ceresium Bisustum – Nuova Frontiera: 5 – 1
Fulgor Segrate – Gropello San Giorgio: 0 – 1
Alto Verbano – Besana Fortitudo: NP
Cosio Valtellino – San Zeno ASD: NP
Ossona – Vibe Ronchese: NP
Pro Novate – Villa Cortese: NP

Il Nuova Frontiera sembra aver smarrito la strada, oltre al suo coach Lampugnani che ha ceduto il passo al secondo, Valvassori. Contro il Ceresium Bisustum, le ragazze di Bellinzago chiudono il primo tempo subito sotto di 2 reti a 0, pur avendo creato diverse azioni mai concretizzate a dovere. Chi pensava di vedere una reazione nella ripresa,  ha visto invece la terza rete delle avversarie, che ha tagliato le gambe alla partita. Però un sussulto c’è stato, e lo ha regalato Ambrosini, con il goal che ha accorciato le distanze sul 3 a 1. Nonostante questo però, il Nuova Frontiera non si è chiuso in difesa, e ha cercato ripetutamente di raddrizzare la partita, ma senza precisione sotto porta, e scoprendo il fianco subendo così altre due reti. “Siamo state poco concrete in fase offensiva e abbiamo pagato caro alcuni errori -ha commentato coach Valvassori- sapevamo di avere dei limiti che infatti sono emersi, tuttavia ci siamo giocate le partita e la sconfitta è quasi immeritata”.

Anche in casa Fulgor Segrate purtroppo non è andata meglio contro la seconda squadra del girone. Le ragazze di Carmen Zicolella escono sconfitte di misura per 1 a 0 con una rete che ha fatto molto discutere a causa di un fuorigioco netto non rilevato dal direttore di gara. La beffa arriva in un match giocato benissimo dalla Fulgor in ogni settore del campo, dove è stata padrona del gioco per 90 minuti. “Perdere per un errore grossolano dell’arbitro mi lascia un’ amarezza immensa in una partita così importante dove ci siamo praticamente giocate i play off per colpa di una svista madornale” ha commentato arrabbiata coach Zicolella. Se le ragazze di Segrate non hanno trovato la via del goal nonostante un dominio completo, le avversarie si sono presentate solamente una volta davanti al portiere della Fulgor, ed è stata letale. “Le ragazze sono tate bravissime, ma davvero perdere così e giocarsi un’annata non è possibile”.

C.S.I. - ECCELLENZA – 24° giornata di andata
Baranzatese – Polisportiva Carugate: 0 – 7
Atletico Alveare - Risurrezione: 3 – 2
Ausonia – UP Settimo: 1 – 2
La Traccia – Real Crescenzago: 3 – 0
Osg 2001 – Osm Veduggio: 2 – 3
San Giorgio Dergano – San Rocco: 2 – 3
Settimo Calcio – Bresso: rinviata

Finisce 7 a 0 per la Polisportiva Carugate, che ritrova tutte in un colpo le reti che mancavano, e lo fa mandano in goal sei giocatrici diverse: Bernareggi, Nucara, Suma, Bestetti, Guerra, Mattarel, un autogol chiude il computo. La partita ha poco da raccontare se non la storia di un match dove la Poli ha tirato fuori carattere e determinazione per conquistare i tre punti che mancavano da troppo. “E’ lo specchio di un’annata che ha alternato cose ottime a cose meno buone”, ha spiegato coach Caniglia, che ha però sottolineato l’atteggiamento giusto di tutte le ragazze, concentrate dall’inizio alla fine per chiudere ogni spazio e ogni tentativo delle avversarie. “Ora onoriamo il campionato con buone prestazioni nelle ultime partite” ha concluso il mister.

C.S.I. – COPPA PLUS – 3° giornata 1° turno
Don Bosco Carugate: riposa
Nuova Amatese – Fansport:rinviata
Pol Di Nova – Resurrezione B: 3 – 0

Vaprio Calcio – Pasturago: 1 – 3

Turno di riposo per il Don Bosco Carugate che ha tempo per prepararsi alla finale 3° e 4° posto di Lady Cup. Alle ragazze di Casanova era quasi riuscito il colpaccio nella semifinale che le vedeva opposte alla testa di serie della massima categoria di Eccellenza, l’ Ausonia campione regionale. Contro la corazzata di Peschiera, le carugatesi erano sotto di due reti e sono riuscite a raddrizzare il match prima con Lamperti e poi con Magni. La lotteria dei rigori è stata fatale, ma la soddisfazione resta immensa.

C.S.I. – PRIMAVERILE – 3° giornata di andata
girone A (qui)
girone B (qui)
girone C (qui)
girone D (qui)
girone H (qui)

girone E
Asosc – Hockey Cernusco Bianco: 2 – 2
Fortes In Fide – Speranza Agrate: 3 – 4
San Pio V – Oratorio Bornago: 1 – 1
ASO Cernusco Rosa: riposa

Asosc Melzo e Hockey Cernusco si sono sfidate in una di quelle partite classiche tra vicini di casa. Alla fine ne esce un pareggio per 2 a 2 con parecchie emozioni. Melzo parte col brivido colpendo subito un palo e andando poi in vantaggio con Mangiarotti mostrando una netta supremazia nei primi minuti. Cernusco dalla parte sua contiene ma non crea particolari pericoli alla retroguardia melzese. Il primo tempo nonostante tutto resta equilibrato. Nella ripresa è Mora ha raddoppiare per le sue, che da quel momento però iniziano a calare, complici alcuni infortuni e acciacchi di troppo. Non è un bel gioco quello espresso dall’ Asosc che sa fare di meglio, e a metà ripresa sale così in cattedra Cernusco, che con un moto di orgoglio si getta in avanti e negli ultimi minuti trova prima il 2 a 1 con Mai e poi il pareggio di Tondo su rigore concesso per fallo di mano.

La Speranza Agrate è reduce da una semifinale di Coppa vinta per 1 a 0, che le consente di giocarsi il 1° – 2° posto nella finalissima del 27 aprile. Nella partita di oggi intanto, le ragazze di coach Pedroni vincono 4 a 3 dopo un match piuttosto fisico ed impegnativo. Sotto di una rete al 7° minuto, le agratesi trovano il pareggio con Armagno su punizione e si portano avanti con Assi prima della fine del primo tempo. Nel secondo tempo si assiste alla reazioni delle milanesi, che non ci pensano minimamente a mollare il colpo e vanno a segno altre due volte. Ma per la Speranza ci pensa Biffi con una doppietta a chiudere i conti e trovare i tre punti.

Finisce in parità una partita che il Bornago avrebbe anche meritato di vincere per quel che si è visto sul campo. Le Fap riescono a costruire bel gioco sebbene su un campo molto piccolo, e al 15° riescono a passare con Gerosa, che è brava a rubare palla e infilare di piatto il portiere avversario con un diagonale da sinistra sul palo opposto. Il risultato resta invariato mentre si susseguono le occasioni, ma la poca concretezza sotto porta viene punita a metà ripresa dalle avversarie. Le padrone di casa rubano palla a centro campo, saltano due difensori e infilano Pastori, che tocca ma non trattiene la palla del pareggio che si infila in rete. L’ 1 a 1 da nuova linfa alle milanesi, che per cinque minuti schiacciano il Bornago in area costringendo Pastori a più interventi risolutivi. Sul finale arriva l’emozione più grande: Gurrado trova uno splendido assist per Ambrosini, che ha la possibilità di battere a rete un rigore in movimento, ma la palla calciata a colpo sicuro si stampa sulla traversa e il match si chiude così.

girone F
Hockey Cernusco Rosso – N&C Atletico Barona: 3 – 1

San Carlo Casoretto – Polis Senago: 1 – 9
San Carlo Muggiò – Football Milan Ladies: 1 – 4
San Giorgio Desio – San Vito: 1 – 5

Un primo tempo incolore e una ripresa carica di emozioni, vedono l’ Hockey Cernusco Rosso uscire vincitore per 3 a 1 contro il Barona. La cronaca può tranquillamente partire dal secondo tempo, dopo una prima frazione senza nulla da annotare se non qualche occasione cernuschese mal finalizzata. Nella ripresa le avversarie vanno sul dischetto del rigore ma tirano fuori, e così è Cernusco a passare con un bel colpo di testa di Canavese. Le milanesi però non si chiudono e trovano il pareggio sebbene il goal fosse viziato da un fallo. Ma la gioia per l’ Hockey è nell’aria, e arriva ancora con Canavese e ancora con la specialità della casa: colpo di testa. Sul 2 a 1 le ospiti si spengono, e Vecera ha la possibilità di chiudere i conti con un sinistro chirurgico da fuori area. 

girone G
SDS Arcobaleno – San Marco OSF: 0 – 3
Franco Scarloni SSD – Resurrezione: rinviata
SGB – 4 Evangelisti What Else: 4 -2
Assisi: riposa

Il campo di Cassina non è dei migliori quando scende qualche goccia di pioggia, e infatti al partita tra Arcobaleno e Cinisello è condizionata anche dal terreno di gioco. Il primo tempo è ad appannaggio delle avversarie, che impegnano in più di un’occasione Menniti, brava a deviare un’insidiosa occasione sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Ma il forcing delle ragazze di Cinisello non lascia tregua, e alla fine della prima frazione il sultano è di 0 a 2 per le ospiti. Nel secondo tempo ecco l’orgoglio delle cassinesi, che si scoprono cercando la via del goal. Una punizione di Torzillo finisce di poco sopra la traversa, ma subito dopo il brivido è dall’altra parte del campo, dove Menniti non riesce ad evitare il terzo goal. Il portiere dell’Arcobaleno esce però a testa alta, sventando un’altra occasione da rete e dimostrandosi comunque attenta e reattiva tra i pali. Rispetto alla prima gara, c’è stato un passo avanti per le ragazze di Bocola, che non si sono mostrate per nulla arrendevoli, ma combattive su ogni pallone.

Per tutte le classifiche e i risultati della Lady Cup, visitare il sito Azzurragirls,
nostro partner per questa rubrica di calcio femminile.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »