fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
calciofemminile

CALCIO FEMMINILE 23° EPISODIO
SI CHIUDE LA PRIMA FASE DEGLI OPEN CSI. AVANTI INVECE LA FEDERAZIONE

mar 6 • Calcio in rosa, Home, SportNessun commento

Atto conclusivo per le categorie di Open A e Open B del C.S.I., che saranno ora rispettivamente impegnate nel torneo primaverile e nelle finali di Coppa Plus. Inoltre, per la Martesana, Agrate e Carugate sono ancora in corsa per la Lady Cup. Il campionato di Eccellenza invece ha ancora un paio di colpi da sparare, mentre procedono spedite le squadre della Serie D e Serie C. Vediamo oggi com’è andata.

FEDERAZIONE - SERIE C – 8° giornata di ritorno
Olimpia Paitone – Speranza Agrate: 3 – 4
Dreamers – Doverese: 1 – 2
Femminile Tabiago – Presezzo: 1 – 4
Fiammamonza – Cortefranca: 4 – 0
Pieve 010 – Femminile Ausonia: 0 – 0
Pontese – Riozzese: rinviata
Pro Lissone – Academy Fanfulla: 1 – 2
Voghera – Varedo: rinviata
Tradate: riposa

Orgoglio, dignità, cuore, grinta. Quattro aggettivi per quattro goal che la Speranza Agrate ha trovato per risollevare morale e restituire la giusta serenità ad un ambiente che ne aveva bisogno da tempo. La seconda vittoria di fila è frutto di una prova d’orgoglio da incorniciare. Sotto di due reti, le ragazze di Mister Brambilla trovano la forza nel primo tempo di accorciare le distanze con un gran goal di Castelli, portandosi sul 2 a 1 in una prima frazione di gara dominata dalla avversarie a tutto campo. Nella ripresa l’inizio è di quelli che tagliano le gambe: in cinque minuti le padrone di casa si portano sul 3 a 1 e la partita sembra chiusa. A questo punto però, complice qualche cambio di troppo nel Paitone, e soprattutto grazie al carattere della Speranza, la squadra si riversa in avanti cercando di ritrovare gioco. Così, il 3 a 2 arriva con Spreafico, e il pareggio arriva con un colpo di testa di Strabello che scarica in rete la palla con violenza travolgendo la difesa. E’ pareggio, e manca ancora uno stralcio di gara. Nei 4 minuti di recupero, Mauri ci prova in tutti i modi, e dopo essere andata vicina al goal della vittoria, si ripete poco dopo, ormai a tempo scaduto, trovando il 4 a 3 con un mezzo pallonetto. Applausi per tutti, e sorrisi di nuovo sui visi delle ragazze.

FEDERAZIONE – SERIE D – 4° giornata di andata
girone A (qui)
girone B: (qui)

Fulgor Segrate - Cosio Valtellino: 4 – 0
Nuova Frontiera – San Zeno: 2 – 5
Pro Novate – Ossona: 5 – 0
Ceresium Bisustum – Alto Verbano: rinviata
Villa Cortese – Besana Fortitudo: 3 – 0
Gropello San Giorgio – Vibe Ronchese: NP

Venti minuti da incubo e nel primo tempo al 21° il Nuova Frontiera è già sotto per 5 a 0. Una partita che inizia così, può solo raccontare un match che non regala grandi emozioni, ma vede solamente la squadra di Lampugnani cercare di arginare la partenza shock e ritrovare la testa per giocare il secondo tempo. Così infatti è stato, e prima con Vaccarone e poi con Motta, le ragazze di Bellinzago trovano almeno due reti. Ma dopo un passivo di 5 goal, il risultato non si ribalta. Peccato.

A gonfie vele invece la Fulgor Segrate, che cala il poker su campo casalingo senza mai lasciare iniziativa alle avversarie sin dal primo minuto di gara. “Sono veramente contenta delle ragazze -ha spiegato coach Zicolella- non abbiamo commesso errori e abbiamo da subito sfruttato ogni occasione creata. Perfetto”. Sul tabellino si annotano la doppietta di Re, e le reti di Zaghini e Gatti.

C.S.I. - ECCELLENZA – 19° giornata di andata
Resurrezione – Polisportiva Carugate: 2 – 0
Settimo Calcio – Baranzatese: 7 – 4
UP Settimo – OSM Veduggio: 5 – 3
Bresso – San Giorgio Dergano: 2 – 0
Real Crescenzago – San Rocco: rinviata
Atletico Alveare – Osg 2001: 4 – 1
La Traccia – Ausonia: rinviata

Due reti a zero, e lo scontro che poteva valere il sorpasso in classifica finisce in mano alla Resurrezione. La Polisportiva Carugate non riesce a ritrovare la vittoria dunque, e subisce due reti a causa di due grosse disattenzioni. Ma c’è molto da recriminare per le ragazze della Poli, che hanno colpito un palo, hanno concluso molto in porta senza trovare la rete, si sono viste negare il goal da una parata formidabile del portiere avversario, e lamentano anche un dubbio fallo da rigore in area avversaria, e per onor di cronaca anche le avversarie si sono lamentate per un contatto sospetto in area. Detto ciò, il match è stato condizionato da un campo al limite del praticabile, che ha reso il secondo tempo più maschio e cattivo, con parecchi falli e gioco spezzettato. “Ci rifaremo sicuramente nel prossimo incontro -ha commentato coach Caniglia- la squadra sta lavorando bene ed i risultati arriveranno”.

C.S.I. – OPEN A – 20° giornata di andata
girone A
Speranza Agrate – Desiano: 4 – 4

Monnet Xenia Sport – Real Cinisello: 4 – 0 (tavolino)
Osl Sesto – San Francesco Cesate: 2 – 1
SLV – San Marco OSF: NP
Polis Senago: riposa

girone B
Parona – Asosc Melzo: rinviata
Vittuone – Pro Vigevano Suardese: 1 – 3
Olimpia Riozzo – SGB: 1 – 0
Giosport – Wendy: 0 – 0
COC: riposa

La Speranza Agrate si gioca in casa una partita importante per recuperare terreno in classifica. La squadra di Pedroni parte bene portandosi subito avanti per 1 a 0, ma le avversarie, squadra forte che tiene la partita in equilibrio, trovano subito il goal del pareggio. C’è voglia di vincere ad Agrate però, e l’inizio del secondo tempo porta una fulminea doppietta in sequenza per il 2 e 3 a 1. Il match sembra mettersi bene per le padrone di casa, che però non fanno i conti con il Desiano, formazione esperta e mai doma. Così, la partita si trova presto sul 3 pari con ancora grosse emozioni in canna. La Speranza riesce a portarsi ancora in attacco e trovare la via del goal nuovamente, ma quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara sono fatali, e allo scadere arriva la rete del pareggio per le ragazze di Desio. A tabellino si segnano le reti di Lia, D’Ercole e la doppietta di Biffi.

C.S.I. – OPEN B – 21° giornata di andata
girone A (qui)
girone B (qui)
girone E (qui)

girone C
SDS Arcobaleno – Bornago: 1 – 1
Hockey Cernusco – Don Bosco Carugate: 2 – 2

4 evangelisti – Casoretto: rinviata
Sulbiatese – Vaprio: 2 – 5
San Nicolao Forlanini – Virtus Milano: NP

Su un campo al limite del praticabile, SDS Arcobaleno e Bornago si affrontano faticando a giocare palla a terra ma con voglia di portarsi subito in avanti. Le Fap producono numerose azioni da rete nei primi minuti, ma sulla chiusura della prima frazione, sono le ragazze di Coach Bibaj a passare con una gran rete da fuori area di Ferrari, che controlla bene, si gira, e conclude con un siluro che si insacca nell’angolino sinistro. Le ragazze di Bornago non sembrano nella loro forma migliore e appaiono meno convinte e concrete del solito, anche se su punizione prima e con una rovesciata di Gironi poi, vanno vicine alla rete. Il resto della partita non regala particolari sussulti, ma i due minuti finali invece sì, con Pastori che entra dalla panchina e si piazza in attacco, e dopo tre calci d’angolo consecutivi, su un bel cross di Gerosa trova lo spunto di testa che vale il pareggio.

Sul campo dell’ Hockey Cernusco, il Don Bosco Carugate si presenta già con il titolo in tasca. Così, il primo tempo la formazione di Casanova soffre la grinta delle avversarie, che cercano con ogni mezzo la rete del vantaggio. Su contropiede però, le ragazze di Carugate sono più che pericolose, e nonostante il gioco lo facciano le padrone di casa, con tre discese il Don Bosco confezione prima un palo con Magni, poi due tiri fuori di poco di Lamperti. Goal sbagliato e goal subito, come da manuale, e il Cernusco passa con Gironi in mischia sotto misura. In chiusura di frazione però, Stirati, appena entrata, trova la deviazione vincete che riporta in pari il match. Nel secondo tempo quella che doveva essere una partita tranquilla, inizia a scaldarsi, e circa al 10′ Carugate passa: Pinato piazza di testa per Lamperti che prolunga sulla fascia per Magni che di spalle al volo la gira in porta sull’angolo lontano. 2 a 1 a metà della ripresa. Arriva anche un rigore per il Cernusco, fallito però. Gli animi si scaldano, la partita è spezzettata, e il portiere di casa si supera per ben due volte prima su un tiro angolatissimo di Magni e poi su una bella conclusione di Stirati. Nel momento migliore del Don Bosco, il goal lo trovano ancora le ragazze di Furlin con Cavaglieri, imbeccata da Nigris, che poi lascerà il campo per espulsione. “Un pari che va bene ad entrambi -ha commentato Furlin- e per noi una soddisfazione pareggiare con loro, che sono le campionesse dell’invernale”. Dal canto suo Casanova commenta: “Forse eravamo un po’ sottotono, e con la testa stiamo già pensando ai prossimi importanti impegni. Comunque contro il Cernusco è sempre dura, perché sono una squadra che gioca a pallone”.

girone D
Aso Cernusco Rosa – Circolo Acli Lambrate: 0 – 1

ESC Femminile – SGB Desio: 0 – 2
Nuova Amatese – San Carlo Muggiò: 8 – 0
APO Vedano – Misinto B: rinviata
Resurrezione B: riposa

Chiude con una sconfitta di misura l’Aso Cernusco Rosa, ma lo fa con una delle partite migliori e da ricordare. Scende in campo il 7 bello più giovane mai schierato da Canzi, che chiede alle nuove leve di fargli vedere cosa sono in grado di fare con una formazione da media classifica. Ebbene, il primo tempo è tutta una prova di grinta ed emozioni, con 5 clamorosi pali e un portiere avversario che vanifica ogni tentativo di rete. C’è da dire che dalla loro, le avversarie decidono di chiudersi in 7 in area di rigore, e trovare spazi per il goal diventa complesso. Così, ingiustamente, un tiro dalla distanza improvviso, e una pozza, fanno schizzare il pallone su una traiettoria che inganna il portiere cernuschese. 1 a 0 per le milanesi e risultato davvero bugiardo rispetto al gioco visto in campo. Il secondo tempo è una fotocopia: l’ Aso è costantemente in attacco a provare a sfondare il muro avversario, chiuso per tutta la partita, ma il pareggio meritatissimo purtroppo non arriva. “Pensando che all’andata abbiamo perso 5 a 0, questa non può che essere la conferma del nostro miglioramento -ha detto coach Andrea Canzi- e non vediamo l’ora che inizi il primaverile”.

Per tutte le classifiche e i risultati della Lady Cup, visitare il sito Azzurragirls,
nostro partner per questa rubrica di calcio femminile.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »