fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
calciofemminile

CALCIO FEMMINILE 15° EPISODIO
PENULTIMO ATTO DEL 2015, CON VITTORIE ESPLOSIVE E PRIME GRANDI GIOIE

dic 13 • Calcio in rosa, Home, SportNessun commento

Finisce il girone di andata per la serie C che va al riposo per poi riprendere a gennaio. Riprenderà invece a febbraio il campionato di Serie D, anche lui giugno al suo ultimo atto per il 2015, così come i campionati di Open CSI. Giocherà ancora il 17 dicembre l’ Eccellenza invece, e per tanto la prossima settimana troverete il punto della situazione aggiornato con le classifiche che vedono coinvolte le nostre formazioni.

FEDERAZIONE - SERIE C – 16° giornata di andata
Speranza Agrate – Presezzo: 1 – 3
Tabiago – Fiammamonza: 3 – 7
Paitone – Pieve 010: 4 – 1
Pontese – Pro Lissone: 4 – 2
Riozzese – Corte Franca: 2 – 1
Tradate – Doverese: NP
Varedo – Fanfulla: 2  2
Voghera – Dreamers: NP
Ausonia: riposa

La Speranza Agrate ferma la sua miniserie di vittorie consecutive perdendo in casa contro il Presezzo per 3 a 1. Partita brutta sugli inizi, dove le padrone di casa pagano un po’ di insicurezza nella retroguardia, e vanno sotto di una rete con un tiro pallonetto, non irresistibile, che però si insacca. Il pareggio arriva però con un’azione splendida: Strabello cambia gioco su Perego, che appoggia a Battini; la palla ritorna a Perego che dal fondo mette in mezzo per l’accorrente D’Ercole: stop di destro e siluro di sinistro in porta. Applausi per il pareggio agratese. Prima della pausa però, un altro tiro dalla distanza a spiovere, va ad insaccarsi alle spalle dell’estremo difensore della Speranza, che colto in contro tempo fuori dall’area, non riesce a ritornare in porta per evitare il raddoppio delle ospiti. Sul 2 a 1 la Speranza chiude le avversarie nella loro area per un assedio continuo, con almeno cinque palle nitide sbagliate. Un quarto d’ora a ferro e fuoco con tanto gioco macinato, pregevoli azioni da goal e conclusioni, che purtroppo non servono a ribaltare la situazione. Su un capovolgimento di fronte, le avversarie trovano il terzo tiro a palombella della domenica, che si infila ancora in porta alle spalle del portiere, colto ancora un po’ troppo fuori dai pali. “Purtroppo quando egli 45 minuti e 3 goal alla sesta in classifica, non puoi pensare di vincere -ha commentato Coach Stroppa- Tuttavia se oggi la nostra percentuale realizzata fosse stata più alta, avremmo portato a casa sicuramente punti, e questo dice tanto. Dobbiamo farci un esame di coscienza con la consapevolezza che, nonostante tutto, abbiamo dimostrato una superiorità a livello di gioco. L’obiettivo di questa squadra non può essere solo la salvezza”.

FEDERAZIONE – SERIE D – 11° giornata di andata
girone A (qui)
girone B:

Nuova Frontiera – Gropello San Giorgio: 3 – 4
Villa Cortese – Fulgor Segrate: 4 – 1
Besana Fortitudo – Ceresium Bisustum: NP
Ossona – Cosio Valtellino: 1 – 8
San Zeno – Pro Novate: 2 – 3
Vibe Ronchese – Alto Verbano: NP

Passo falso della Fulgor Segrate, che in trasferta si fa travolgere dal Villa Cortese per 4 reti a 1. Le avversarie mostrano tutte le loro forze, con una attacco davvero in splendida forma, contrariamente a quanto accade alla formazione di Coach Zicolella, decimata dagli infortuni. Le ragazze di Segrate provano comunque a fare la loro parte in un match che le vede andare in vantaggio per 1 a 0 con Re, contro una delle squadre migliori. “Abbiamo giocato contro un’ottima squadra dall’attacco davvero molto molto buono -ha commentato Carmen Zicolella- ora però andiamo in vacanza e cerchiamo di riprendere le forze e recuperare gli infortuni che stanno pesando”.

Con la sconfitta del Segrate, il Nuova Frontiera aveva la possibilità di effettuare il sorpasso non riuscito nello scontro diretto. Nulla da fare però, il sorpasso è fallito anche oggi. Su campo amico le ragazze di Coach Lampugnani perdono per 4 a 3 di misura. Nel primo tempo però arrivano forti emozioni, con le ragazze di Bellinzago avanti per due a rete con doppietta di Menni, che prima sigla il vantaggio e poi trova su punizione il raddoppio. Ma quando la partita sembra sul giusto binario, tra il 37° e il 41° arriva l’uno due micidiale delle avversarie, che in cinque minuti trovano due reti e il pareggio. Al rientro dalla pausa è tutto da rifare, ma nei primi venti minuti il Nuova Frontiera va sotto ancora per due volte. Menni, in splendida forma, trova al 32° la rete che accorcia le distanze, e in chiusura di partita solo un miracolo del portiere avversario nega il pareggio.

C.S.I. - ECCELLENZA – 12° giornata di andata
Ausonia – Polisportiva Carugate:
Settimo Calcio - Real Crescenzago: 6 – 1
Baranzatese – OSM Veduggio: 3 – 4
San Giorgio Dergano – Resurrezione: 1 – 1
La Traccia – UP Settimo: 1 – 0
OSG 2001 – San Rocco: 2 – 4
Atletico Alveare – Bresso: 2 – 1

Contro una delle migliori formazioni deleghi ultimi anni, la Polisportiva Carugate prova il colpaccio, e quasi ci riesce andando subito in vantaggio con Ferreti in un match giocato con grandissima grinta. L’Ausonia però non resta a guardare, e subito il primo goal, trova prima il pareggio, e poi si ripropone in attacco a valanga, mandando a segno Ronsisvalle con una doppietta, Piccinino e Raja. Ci prova la Polisportiva e crea qualche pericolo, ma alla fine il risultato è sostanzialmente giusto contro una formazione che lo scorso anno ha vinto tutto.

C.S.I. – OPEN A – 11° giornata di andata
girone A
Speranza Agrate – Real Cinisello: 8 – 1

Osl Sesto – San Marco OSF: rinviata
SLV – Polis Senago: rinviata
San Francesco Cesate – Desiano: rinviata

girone B
Asosc Melzo – Pro Vigevano Suardese: rinviata
Olimpia Riozzo – COC: 2 – 0
Parona – SGB: 0 – 3
Oratorio Vittuone – Wendy: rinviata
Giosport: riposa

In casa contro il Cinisello, la Speranza Agrate va a valanga e riversa in campo tutta la rabbia accumulata per gli ultimi risultati negativi. In un match che si chiude 8 a 1 e che nel primo tempo era già fermo sul 5 a 0, c’è poco da dire, se non annotare i marcatori artefici della goleada: D’Ercole, Assi, BattiniMaggioni, BattiniGervasoni entrambe con una doppietta.

C.S.I. – OPEN B – 11° giornata di andata
girone A (qui)
girone B (qui)
girone E (qui)

girone C
Don Bosco Carugate – Vaprio Calcio: 4 – 0
4 evangelisti young – SDS Arcobaleno: 1 – 2
Hockey Cernusco – Virtus Milano: 3 – 4

San Nicolao Forlanini – Oratorio Bornago: 2 – 2
Sulbiatese – San Carlo Casoretto: 4 – 1

E’ stata la partita perfetta quella del Don Bosco, che come nel migliore dei copioni, si gusta la sua rivincita contro il Vaprio con una prestazione ineccepibile, lasciando le avversarie a bocca asciutta di goal ed emozioni. Sul calcio di avvio, le avversarie concludono in porta colpendo la traversa. Questo resterà l’unico pericolo reale corso dalle padrone di casa di Carugate, che da quel momento in poi iniziano a macinare bel gioco, azioni importanti, ottime chiusure difensive e belle triangolazioni in attacco. Ciò nonostante la rete non arriva nel primo tempo, dove un po’ tutte le ragazze davanti, vanno vicine alla rete senza trovare fortuna. Questa volta nessun calo né fisico né mentale per il Don Bosco, che anzi inizia subito alla grande la ripresa. Dopo cinque minuti Magni riceve di spalle in area una rimessa laterale, si gira liberandosi della marcatura e infila nell’angolino basso lontano. Il Vaprio, che si giocava col Carugate la testa della classifica, va in confusione, non produce azioni e resta a guardare il Don Bosco costruire. Così, cinque minuti dopo, in una nebbia più fitta per via di un fumogeno esploso, Varisco trova il taglio vincente e insacca il due a zero. Passano pochi minuti e Lamperti pennella un corner sul primo palo, Magni taglia e al volo gira in porta. 3 a 0 e partita praticamente chiusa senza che Castriotta venga impegnata tra i pali. Coach Casanova apporta qualche cambio ma la sinfonia non muta e si fa ancora più vincente a due minuti dalla fine: Magni imbecca Stirati, che stoppa e insacca un bellissimo pallonetto che il portiere tocca ma non trattiene. Il palo colpito di testa da Magni evita la cinquina di un soffio. Finisce 4 a 0 il match più importante della giornata.

Ed è arrivata la prima vittoria per l’ SDS Arcobaleno; una vittoria che era nell’aria dopo le belle prestazioni contro alcune delle squadre più forti del girone. Il primo tempo in trasferta si conclude però a reti inviolate, nonostante le numerose occasioni fioccate da entrambe le parti, e la grande determinazione messa in campo da due formazioni a caccia di punti utili. Nella ripresa, è una splendida triangolazione tra Torsillo e Scicchitano a portare al vantaggio, con Torsillo che che conclude in porta e De Luca pronta a ribattere in rete la respinta del portiere. Stesso copione per il raddoppio, con De Luca che fa doppietta insaccando un’altra respinta dell’estremo difensore milanese. A questo punto sale in cattedra Meazza, portiere di Cassina, che dopo aver preso il goal del 2 a1 dopo un contropiede micidiale, decide di abbassare la saracinesca, respingendo ogni tentativo delle avversarie con tenacia. La squadra di Coach Bibaj si è fatta un bel regalo di Natale, e ora chiude con una vittoria la prima parte di stagione.

Qualcosa nell’ Hockey Cernusco sta venendo a mancare. La Virtus Milano si conferma bestia nera per le ragazze di Furlin, che escono sconfitte contro le milanesi anche su campo casalingo. Finisce 3 a 4, ma con il Cernusco che conduceva saldamente per 3 a 1 con tripletta di Samba. La partita inizia male, con la Virtus avanti di un goal e Perri uscita con il setto nasale rotto. Poi il match prende una bella china con la gran reazione dell’ Hockey che prima pareggia e poi si porta avanti di due. A risultato acquisito ecco l’errore: le ragazze di Cernusco mollano il colpo la Virtus esce col passare del tempo, trovando vita facile per ribaltare il passivo e chiudere sul 4 a 3.

Dopo una settimana di allenamento nello stretto per meglio affrontare il piccolissimo campo del Forlanini, il Bornago si presenta a Milano pronto per la sfida. Ma nel primo tempo finito a reti inviolate, la vera emozione viene dalle padrone di casa, che colpiscono un palo. Nel secondo tempo allora, le FAP entrano in campo con grinta e trovano subito al via del vantaggio: Cardenas scaglia un violento tiro in porta, colpisce la traversa e subito è pronta a ribattere in rete di testa. Sulle ali dell’entusiasmo le ragazze di Bornago si riversano una vanti colpendo una traversa con Denaro, ma poi cedono via via il passo al Forlanini, che le chiude in difesa sotto assedio. Così arrivano in sequenza il goal del pareggio e anche quello del vantaggio, dopo una serie di azioni con la palla a scorrere sulla linea di porta delle FAP. Dopo la rete del 2 a 1 però, capitan Genualdi mette la palla a centrocampo e prova il tiro: tiro imprendibile, goal del 2 a 2 e fischio finale.

girone D
ASO Cernusco Rosa – SGB Desio: 2 – 4
Nuova Amatese – Resurrezione B: 5 – 0
Misinto B – Circolo Acli Lambrate: 3 – 1
APO Vedano – San Carlo Muggiò: rinviata
ESC Femminile: riposa

Contro le seconde del girone, l’ASO gioca la sua prestazione migliore, a dispetto del risultato. Sotto subito di una rete, le ragazze di Coach Canzi non mollano mai il colpo e con una punizione dai trenta metri, Chiudinelli insacca il goal del pari. Dopo aver sprecato l’occasione del pareggio però, le cernuschesi vengono subito punite con il raddoppio del Desio in contropiede, cosa che si ripeterà ad inizio ripresa per il 3 a 1. E’ qui che si sveglia l’orgoglio dell’ ASO, che mette sul campo una grinta ammirabile e voglia di vincere. Ecco così che arriva il 3 a 2, con una magistrale punizione di Galli su fallo commesso ai danni di Cereda, che si era insinuata tra le maglie della difesa avversaria. A quel punto il monologo è tutto di marca cernuschese alla ricerca del pareggio. Le ragazze di Canzi sono costantemente nella metà campo del Desio, confezionando azioni a ripetizione e costringendo il portiere a compiere quattro prodigiosi miracoli. Ma ancora su contropiede arriva il quarto goal delle brianzole. “Sul piano del gioco è stata la miglior partita di sempre -ha commentato Coach Canzi- siamo contenti del lavoro maturato e adesso non vediamo l’ora di ricominciare a gennaio”.

Per tutte le classifiche e i risultati della Lady Cup, visitare il sito Azzurragirls,
nostro partner per questa rubrica di calcio femminile.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »