fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
calciofemminile

CALCIO FEMMINILE 14° EPISODIO
DERBY DI VICINATO E SCONTRI DIRETTI, ANIMANO LA GIORNATA NEL WEEKEND DI FESTA

dic 6 • Calcio in rosa, Home, SportNessun commento

Il ponte dell’Immacolata ha caratterizzato le giornate di campionato CSI per i tanti rinvii, mentre in federazione tutto è andato avanti tra derby e scontri importanti. Siamo quasi al giro di boa, vediamo quindi come si avvicinano alla sosta invernale le nostre squadre.

FEDERAZIONE - SERIE C – 15° giornata di andata
Varedo – Speranza Agrate: 0 – 5
Academy Fanfulla – Fiammamonza: 0 – 1
Cortefranca – Tradate Abbiate: NP
Dreamers – Femminile Tabiago: NP
Femminile Ausonia – Pontese: NP
Pieve 010 – Voghera: NP
Presezzo – Riozzese: 1 – 2
Pro Lissone – Olimpia Paitone: 0 – 5
Doverese: riposa

La partita contro il Varedo sulla carta si presentava facile, ma potenzialmente era uno di quei match da non prendere sottogamba proprio per non fare passi falsi. Richiamate alla massima attenzione da Coach Stroppa, le ragazze della Speranza Agrate non hanno sottovalutato l’impegno, e già a metà frazione conducevano per 2 reti a zero, frutto di senza mai concedere nulla alle padrone di casa e consegnando alla cronaca una partita a senso unico. Nella ripresa il copione è rimasto invariato, a maggior ragione dopo la sfuriata del mister che non ha gradito un quarto d’ora di tempo completamente regalato al Varedo. Alla fine sul tabellino si registra la splendida tripletta di Mauri e la doppietta di Gervasoni“Stiamo continuando a crescere -ha commentato Stroppa- Oggi era importante portare a casa i tre punti e l’abbiamo fatto. Non è mai facile vincere anche quando si gioca contro l’ultima. Abbiamo avuto il solito nostro calo di personalità sul 30º del primo tempo sullo 0 a 2, ma nel 2º siamo riusciti a tornare padroni del campo e del gioco. Ore testa all’importantissima sfida in casa col Presezzo”.

FEDERAZIONE – SERIE D – 10° giornata di andata
girone A (qui)
girone B:

Fulgor Segrate – Nuova Frontiera: 0 – 0
Ceresium Bisustum – Villa Cortese: 0 – 5
Costo Valtellino – Vibe Ronchese: NP
Alto Verbano – San Zeno ASD: NP
Gropello San Giorgio – Ossona: NP
Pro Novate -Besana ASD Fortitudo: 3 – 2

Non c’è cosa più sentita del derby, e in questo caso lo scontro di vicinato tra Fulgor Segrate e Nuova Frontiera era una delle partite più attese dell’anno, anche visto l’andamento del campionato che vedeva le due formazioni appaiate al secondo posto a 22 punti prima dello scontro diretto. E’ finita a reti inviolate, un pareggio 0 a 0 che nel primo tempo però, se fosse finito sul 2 a 0 per le ragazze di coach Lampugnani, nessuno avrebbe avuto niente da dire. Il Nuova Frontiera infatti, prima con Amadeo e poi con Gallo, ha preso in sequenza un incrocio dei pali e una traversa, che ora come ora pesano parecchio. Nel secondo tempo la partita ha iniziato ad accendersi, e complice un arbitraggio non adeguato al tenore del match, le due formazioni in campo si sono innervosite e ne ha risentito il gioco, con azioni soprattutto a centrocampo e un sacco di occasioni per entrambe le squadre, ma sprecate malamente al momento della conclusione. “Ci mancavano molte ragazze importanti -ha commentato Coach Zicolella per la Fulgor Segrate- ma chi c’era si è comportato bene e ha fatto il suo dovere a pieno. E’ stata una partita combattuta ed equilibrata. Portiamo a casa un punto, ma va bene”. Dal versante Nuova Frotniera invece, Lampugnani è contento di essere “usciti a testa alta“, e altrettanto lo è il Dirigente Crippa, che si è detto “fiero delle ragazze”.

C.S.I. - ECCELLENZA – 11° giornata di andata
Polisportiva Carugate – Baranzatese: 3 – 2
San Rocco – San Giorgio Dergano: 8 – 1
OSM Veduggio – OSG 2001: rinviata
UP Settimo – Ausonia: 4 – 1
Resurrezione – Atletico Alveare: rinviata
Bresso – Settimo Calcio: rinviata
Real Crescenzago – La Traccia: rinviata

Vince in casa la Polisportiva Carugate, e anche se di misura, mostra un bel gioco che fa sperare grandi margini di miglioramento per il girone di ritorno. Contro la Baranzatese, il portiere avversario è stato il migliore inc campo, parando quasi tutto, compreso un rigore, o altrimenti il risultato sarebbe stato ben più pesante. Fallito il goal dal dischetto, la Poli ha quindi creato molte occasioni e regalato tante emozioni, ma solo 3 palloni sono finiti int rete, 2 di Bernareggi e uno di Suma. Tanto è bastato per portare a casa tre punti preziosi per la classifica.

C.S.I. – OPEN A – 10° giornata di andata
girone A
San Marco OSF  - Speranza Agrate: 
rinviata
Polis Senago – Monnet Xenia Sport: rinviata
Real Cinisello – SLV: rinviata
Desiano – OSL Sesto: rinviata

girone B
Asosc Melzo: riposa
Wendy – Olimpia Riozzo: 2 – 1
Pro Vigevano Suardese – Parona: 5 – 1
SGB – Oratorio Vittuone: rinviata
COC – Giosport: rinviata

C.S.I. – OPEN B – 10° giornata di andata
girone A (qui)
girone B (qui)
girone E (qui)

girone C
Oratorio Bornago – 4 evangelisti young: 4 – 2
SDS Arcobaleno – Don Bosco Carugate: 0 – 2
Vaprio Calcio – Hockey Cernusco: 4 – 1

San Carlo Casoretto – San Nicolao Forlanini: 4 – 4
Virtus Milano – Sulbiatese: 4 – 0 ( a tavolino )

Anche il Don Bosco non va oltre il 2 a 0 sul campo dell’ Arcobaleno. Su un terreno di gioco piuttosto ostico, le ragazze di Casanova non giocano una delle loro migliori prestazioni, forse con un approccio mentale poco convinto rispetto alla precedente partita contro il Cernusco. Ciò nonostante, il pallino del gioco resta saldo nelle mani delle carugatesi sia nel primo che nel secondo tempo, senza che Castriotta tra i pali corra alcun rischio. L’inizio gara è un tiro al bersaglio del Don Bosco che sbaglia molto, e dove non sbaglia trova continue ribattute da parte dei difensori cassinesi, bravi a coprire la porta. Sugli sviluppi di un corner battuto da Stirati però, Varisco taglia bene sul primo palo e porta in vantaggio le sue. Non cambia il copione, e prima della fine della pausa, Magni devia in porta una bella punizione di Pinato, che sarebbe probabilmente finita comunque in rete. Il secondo tempo non regala più alcuna emozione da goal, ma continua a mostrare ripetute azioni da parte del Don Bosco, che però non setta bene le misure sul campo corto dell’Arcobaleno, e non becca la porta. La difesa della squadra di coach Bibaj si mostra comunque arcigna e fisica, e così riesce a litigare le possibilità al tiro delle attaccanti di Carugate. Si chiude comunque con il gabellino inviato: due a zero per il Don Bosco.

Bornago in scioltezza su campo casalingo contro i 4 evangelisti. In una nebbia fitta che quasi ha compromesso il match, le FAP partono subito alla grande con Cardenas, che dopo aver rubato palla ai difensori sfruttando un fraseggio difensivo troppo leggero, si invola verso il portiere e lo batte nell’uno contro uno infilando un diagonale sul palo lontano. Non passano cinque minuti che arriva il raddoppio: Gerosa da fondo campo tenta il tiro in porta, e la deviazione del portiere è pronta ma non convinta, e finisce sui piedi di Cardenas, che con fiuto del goal ribatte subito in porta. Le ospiti accorciano in chiusura di tempo con un gol che ha visto la complicità della poca visibilità in campo: tiro da lontano molto alto e palla che tra nebbia e fari sparisce nel nulla per ridiscendere dietro le spalle di Pastori, incolpevole. E’ la serata di Cardenas, che confeziona il 3 a 1 con un goal da cineteca: dopo aver stoppato la palla di petto, la lascia scorrere verso l’esterno del campo e tira ad incrociare sul secondo palo. Applausi per lei e per la sua tripletta. Le avversarie trovano ancora la via del secondo goal, ma sul 3 a 2 arriva anche la quarta rete, con Gironi, che ancora lucida per involarsi in area avversaria, si infila tra la difesa e chiude i conti sul definitivo 4 a 2 scatenando la gioia di Mister Malgarotti in panchina.

Contro il Vaprio, prima in classifica, il Cernusco è partito bene con due occasioni subito nei primi minuti, non sfruttate però da Ruscelli, fermata dal portiere, e da Brambilla, che colpisce il palo. Come spesso accade, goal sbagliato goal subito, e il Vaprio passa su contropiede, gestendo poi bene il gioco. Troppi gli errori per la squadra di Furlin, che sbaglia stop e passaggi facili in una prestazione non all’altezza di quanto mostrato in questa prima parte di campionato. Le avversarie così, legittimano il possesso palla raddoppiando prima, e trovando la terza rete poi. Cavaglieri su rigore accorcia e Samba su punizione colpisce la traversa. C’è anche la sfortuna sulla strada cernuschese, che capitola subendo il definitivo 4 a 1. “Stiamo pagando oltremodo il netto calo fisico dell’ultimo periodo -ha spiegato coach Furlin- ma il Vaprio è stato superiore e ha vinto meritatamente”.

girone D
San Carlo Muggiò – ASO Cernusco Rosa: rinviata
Desio – Nuova Amatese: 6 – 2
Resurrezione B – ESC Femminile: 1 – 0
Circolo Acli Lambrate – APO Vedano: rinviata
Misinto B: riposa

Per tutte le classifiche e i risultati della Lady Cup, visitare il sito Azzurragirls,
nostro partner per questa rubrica di calcio femminile.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »