fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
papàmammaegender

GORGONZOLA
MICHELA MARZANO IN CITTA’ PRESENTA IL LIBRO “MAMMA, PAPA’ E GENDER”

nov 18 • Eventi e AppuntamentiNessun commento

La discussione sulla presunta Teoria Gender, è oggi all’ordine del giorno in alcune agende politiche e di partito. Ma esiste davvero una “teoria del genere” ?  E nel caso, è da accogliere o da discutere ?

A Gorgonzola, giovedì 19 novembre alle ore 21.00 presso il Centro Intergenerazionale di via Oberdan, Michela Marzano deputata del PD, scrittrice e filosofa, presenta il suo ultimo libro “mamma papà e gender”, nel quale tenta di spiegare ai lettori le implicazioni sociali del sostenere una teoria gender. “Un saggio che mostra come si stiano facendo passi indietro anzichè in avanti sulla questione del sesso, del genere e dell’orientamento sessuale e come l’amore non abbia né sesso né genere” ha scritto l’ ANSA a proposito del libro presentato dalla Marzano.

In realtà in Italia non esiste una reale teorizzazione del genere, ma piuttosto una serie di ragionamenti diversi attorno alla sessualità, che se da un lato contemplano solo la differenziazione biologicamente distinta tra femmina e maschio, dall’altra ampliano il raggio della riflessione a considerazioni legate ai contesti sociali e al percorso individuale di ogni singolo rispetto alla sessualità, in un’ottica di uguaglianza e aprirà di diritti verso chi ha un sentire differente. Gli unici paesi dove compaiono ufficialmente gli studi di genere “genere studies”, sono quelli anglosassoni, che allora sì, pongono una differenza tra il “sesso” connotato biologicamente, e il “genere” prodotto dell’esperienza culturale del singolo da cui ne deriva il sentirsi uomo o donna.

Ovvie sono le implicazioni morali ed etiche sia che si affermi sia che si neghi l’esistenza di una teoria gender. La nostra società è pronta a spiegare alle nuove generazioni, questo concetto legato alla sessualità, quando ancora le riesce difficile spiegare l’omosessualità e condannare tutte le discriminazioni verso uomini e donne che vengono considerati “diversi”? Proprio la Marzano, in un’intervista rilasciata sempre all’ ANSA ha dichiarato: “E’ necessario fare chiarezza e contrastare le discriminazioni. Siamo pieni di stereotipi che rendono la vita molto difficile. La confusione è stata creata da chi si oppone al fatto che ragazzi e ragazze siano uguali. E quando parliamo di uguaglianza lo facciamo in termini di valore e dignità. Si è cominciato a parlare di gender come ideologia per tornare indietro di decenni, per difendere una visione molto semplicista del mondo: bene-male, omosessuale-eterosessuale, dove tutto è da una parte o dall’altra”.

Di sicuro il dibattito con l’autrice Michela Marzano può aiutare a tirar fuori i tanti dubbi che riguardano un argomento così delicato, che tocca concetti che sono sulla bocca di tutti, come quello di “famiglia tradizionale”,  ”gender”, e comunque la sessualità in generale.

GABRIELLA FERRARI

 

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »