fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
calciofemminile

CALCIO FEMMINILE 8° EPISODIO
IN MARTESANA UNA PIOGGIA DI GOAL, MA NON SONO TUTTE VITTORIE

ott 25 • Calcio in rosa, Home, SportNessun commento

Tra cambi in panchina e partite rinviate, arrivano goleada in Martesana, ma non sempre sono vittorie. Una sola sconfitta in Federazione mentre in CSI qualcuna fatica ancora a trovare la strada per risalire la china. Ecco il dettaglio.

FEDERAZIONE - SERIE C – 8° giornata di andata
Speranza Agrate – Olimpia Paitone: 1 – 5
Academy Fanfulla – Pro Lissone: 1 – 2
Cortefranca – Fiammamonza: 1 – 4
Doverese – Dreamers: NP
Ausonia – Pieve 010: NP
Presezzo Femminile – Femminile Tabiago: 2 – 1
Riozzese – Pontese: 3 – 2
Varremo - Voghera: NP
Tradate Abbiate: riposa

Nella settimana che ha visto il cambio alla guida della squadra, con Sironi che passa al ruolo ufficiale di Direttore Sportivo della società e viene sostituito da Stroppa in panchina, la Speranza Agrate su campo casalingo subisce la sconfitta più pesante dell’annata seppur contro la miglior formazione del campionato. 5 a 1 è il passivo subito per mano dell’ Olimpia Paitone, che dimostra di aver raggiunto con merito la testa della classifica. Il match si era messo bene all’inizio, con i primi venti minuti di gioco in equilibrio e buona aggressività delle ragazze di Stroppa. La prima rete subita però, su rigore, ha da subito smorzato gli animi, e il raddoppio delle avversarie sugli sviluppi di una punizione, ha mandato negli spogliatoti le brianzole con qualche preoccupazione. Nella ripresa una seppur timida reazione c’è stata, ma il tre a zero per il Paitone ha praticamente tagliato le gambe alla Speranza, che se è sfortunata quando colpisce un palo, prima della fine della partita però, subisce anche la cinquina. In chiusura è Biffi a siglare il goal della bandiera su rigore. E’ un momento negativo per le agratesi che mancano la vittoria da diverse giornate e sembrano aver bisogno di recuperare attenzione e fiducia.

FEDERAZIONE – SERIE D – 4° giornata di andata
girone A (qui)
girone B:

San Zeno – Nuova Frontiera: 1 – 2
Costo Valtellino – Fulgor Segrate: 0 – 2
Alto Verbano – Ceresium Bisustum: NP
Besana Fortitudo – Villa Cortese:0 – 7
Ossola – Pro Novate: 0 – 10
Vibe Ronchese – Gropello San Giorgio: NP

In trasferta il Nuova Frontiera porta a casa una vittoria sofferta e strappata sul finale. Partite col piede giusto, al 14° del primo tempo le ragazze di Imbersago sono già davanti con Bonzani, che stoppa di petto e incrocia al volo sotto il sette. Prima della pausa, le emozioni si moltiplicano: prima arriva il pareggio delle padrone di casa di San Zeno, e poi Bedolis viene espulsa per doppia ammonizione, lasciando le compagne in dieci per metà gara. La ripresa è da cardiopalma per le ragazze di Mister Lampugnani: al 3° Menni sbaglia un rigore, la retroguardia non molla per difendersi con un uomo in meno, e al 30° Stefanelli colpisce una traversa. Emozioni e disperazione che svaniscono un minuto dopo, quando Rossi lanciata in contropiede sigla il goal vittoria del 2 a 1. Telegrafico ma efficace Mister Lampugnani che a caldo commenta: “Sono state bravissime, nonostante l’uomo in meno“.

Vince e gioca bene anche la Fulgor Segrate, che porta in Valtellina un bel gioco e tantissime opportunità per gonfiare la rete. Nonostante le tante occasioni create, e il possesso palla ben gestito, i due goal della vittoria sono arrivati entrambi su rigore, frutto di pesanti entrate della retroguardia valtellinese, molto dura per tutti e 90 i minuti. Laura Re si è portata agli undici metri entrambe le volte, e l’emozione non l’ha mai tradita: fredda dal dischetto ha siglato la sua doppietta personale e la vittoria della squadra.

C.S.I. - ECCELLENZA – 5° giornata di andata
Up settimo – Polisportiva Carugate: 4 – 1
Settimo Calcio – OSG 2001: 7 – 1
Bresso – San Rocco: 1 – 3
Real Crescenzago – OSM Veduggio: 0 – 2
La Traccia – Baranzatese: 2 – 1
Atletico Alveare – San Giorgio Dergano: 5 – 1
Resurrezione – Ausonia: rinviata

Quando i risultati sono così rotondi come il 4 a 1 patito dalla Polisportiva Carugate contro il Settimo, spesso c’è poco da raccontare. In questo caso però, per lunghi tratti la partita è stata giocata molto bene dalle carugatesi, che come gruppo si sono spesso messe in luce anche più delle padrone di casa. Ma il calcio, soprattutto a sette, spesso premia le individualità, e in questo caso l’attaccante dell’ Up Settimo si è mostrata abbondantemente sopra le righe confezionando una prestazione che ha regalato la vittoria alle sue. Per la Poli, resta quanto di buono messo in mostra come gioco, e la certezza di Bernareggi che quasi sempre gonfia la rete. finisce 4 a 1. 

C.S.I. – OPEN A – 4° giornata di andata
girone A
Monte Xenia Sport – Speranza Agrate: rinviata

San Marco OSF – Desiano: 0 – 4
Real Cinisello – San Francesco Cesate: rinviata
Polis Senago – OSL Sesto: rinviata

girone B
Wendy – Asosc Melzo: 4 – 0
SGB – Pro Vigevano Suardese: 1 – 4
Gio Sport – Oratorio Vittuone: 2 – 2
COC – Parona: rinviata
Olimpia Riozzo: riposa

Quattro ragazze out da tempo: distorsione al ginocchio, micro frattura ad un piede, distorsione alla caviglia e lussazione alla rotula. Questa è la situazione dell’infermeria melzese che pesa gravemente sui risultati in campo. Anche oggi arriva un 4 a 0 con due reti per tempo. Infortuni e sfortuna sembrano voler condannare l’ ASOSC Melzo più del dovuto. Anche contro il Wendy, le ragazze vanno sotto di due reti ma colpiscono anche due traverse mostrando una gran voglia di reagire, ma nel momento migliore, subiscono gli altri due goal del ko. Un inizio davvero in salita per la neo promossa in Open A.

C.S.I. – OPEN B – 4° giornata di andata
girone A (qui)
girone B (qui)
girone E (qui)

girone C
Oratorio Bornago – Hockey Cernusco: 1 – 2 
San Carlo Casoretto – Don Bosco Carugate: 5 – 8
SDS Arcobaleno – San Nicolao Forlanini: rinviata

4 evangelisti Young – Sulbiatese: 0 – 0
Virtus Milano – Vaprio Calcio: rinviata

Scontro tra due imbattute quello tra Bornago e Hockey Cernusco, che vede le cernuschesi uscire vincitrici da una partita molto combattuta e risolta su calcio piazzato, molto discusso dalle ragazze di Bornago e dalla dirigenza. Ma andiamo con ordine. Il primo tempo finito a reti inviolate, ha mostrato due formazioni che si sono affrontate a viso aperto, seppur finalizzando poco e senza grandissime emozioni. E’ la ripresa a regalare i primi sussulti. Passa il Cernusco con un gran tiro da biliardo fuori area di Gironi, che insacca sotto l’incrocio dei pali. Le Fap di Bornago trovano però il pareggio poco dopo, a seguito di un batti e ribatti in area finalizzato da capitan Genualdi, che devia in rete la palla con un preciso colpo di testa. La partita prosegue con intensità e qualche contropiede pericoloso da entrambe le parti fino al momento fatidico. Un difensore del Bornago copre la palla che sta per uscire, l’attaccante dell’ Hockey è lesta a mettersi davanti, le due si scontrano, l’arbitro fischia ostruzione del difensore. Il fallo viene contestato a lungo dalle padrone di casa ma inutilmente. “Punizione dubbia forse -commenta coach Furlin del Cernusco- ma tiro splendido”. E infatti Vecera sfodera una punizione mirabile che regala i tre punti alle sue.

Sono 8 le reti messe a segno dal Don Bosco, ma la cronaca della partita non è così lineare. Subito avanti con goal di Magni, che ben servita da Lamperti sigla l’uno a zero con un pallonetto, il Don Bosco si ritrova in men che non si dica sotto per 3 a 1 in un campo praticamente da calcetto ma con porte a sette, dove ogni rilancio del portiere è un quasi goal dal lato opposto. Momenti di shock per le ragazze di Casanova che sembrano smarrite. Ma il tempo di prendere le misure e inizia la rimonta. Prima Magni restituisce il favore a Lamperti mandandola in porta per il 3 a 2, e poi lancia Pinato, che sfodera un sinistro da posizione diagonale impossibile, bellissimo e difficile. 3 pari e tutto sembra ritornato in ordine. Su un tiro da centrocampo però, Papamarenghi d’istinto “para” il pallone destinato in rete: cartellino azzurro per il difensore e rigore. 4 a 3 per le padrone di casa del Casoretto e Don Bosco ancora a inseguire. Basta pochissimo però e si replica l’azione dell’1 a 0: Lamperti lancia Magni, pallonetto e di nuovo parità. Prima della fine del primo tempo arrivano altre due reti di Lamperti che chiudono la frazione sul 6 a 4. L’inizio di secondo tempo è più pacato da entrambe le parti, con meno occasioni, ma il Casoretto ci crede e trova un goal con il suo capitano. 6 a 5, Don Bosco che trema e si riversa in attacco dove confeziona decine di palle goal sbagliandone altrettante. Nell’aria c’è il goal, che arriva ancora con Lamperti, al suo quarto centro personale in serata, seguito subito dal definito 8 a 5 siglato da Pinato che insacca al volo di testa un cross di Magni.

girone D
ESC Femminile – ASO Cernusco Rosa: rinviata
SGB Desio – Misinto B: 8 – 0
San Carlo Muggiò – Circolo Acli Lambrate: 0 – 5
Resurrezione B – APO Vedano: 1 – 0

Per tutte le classifiche e i risultati della Lady Cup, visitare il sito Azzurragirls, 
nostro partner per questa rubrica di calcio femminile.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »