fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
raviggiolo01

CERNUSCO
PRESENTATO AD EXPO, IL RAVIGGIOLO DI CERNUSCO SUL NAVIGLIO

ott 24 • Cronaca, Home, Politica e AmministrativaNessun commento

Cernusco a Expo al padiglione Lombardia per riscoprire una sua vena culinaria vecchia di 500 anni.

L’idea parte dall’antico manoscritto del 1548Catalogo dell’inventori delle cose che si mangiano, delle bevande ch’oggidi s’usano” dell’umanista milanese Ortensio Lando, in cui viene descritta l’origine del raviolo. L’autore racconta in un passaggio: “Libista contadina lombarda da Cernuschio: fu l’inventrice di far raffioli avviluppati nella pasta, dispogliati detti da lombardi mal fatti”. Il primo a rinvenire il frammento di manoscritto è stato Luigi Frigoli, ex giornalista e ora scrittore, che pubblicò un articolo su Libista, la contadina di Cernusco, che balzò agli occhi del sindaco Eugenio Comincini.

12039018_10207815477646735_3390756608055706747_oInsieme all’assessore Ermanno Zacchetti decisero allora di iniziare un’opera di archeologia gastronomica per dare risalto a questa particolare scoperta. La storia della Libista era già stata presentata durante la scorsa fiera di San Giuseppe (video qui), ma ad accettare con entusiasmo la sfida di riscoprire l’antica ricetta tipica del raviolo lombardo e di reinterpretarla attraverso maestria e creatività culinaria, ci ha pensato lo chef Giancarlo Morelli che ha quindi realizzato il Raviggiolo di Cernusco sul Naviglio.  Lo Chef, riprendendo la tradizione contadina di metà 500 ha infatti pensato una ricetta a base di grano saraceno, formaggio, lumache ed erbe di campo; un piatto semplice come doveva essere al tempo, fatto con i prodotti che la terra offriva. Una raffinatezza gastronomica presentata giovedì 22 ad Expo, dove Regione Lombardia ha messo a disposizione il proprio spazio gratuitamente per un evento così particolare, senza costi dunque, nemmeno per il brindisi conclusivo.

L’iniziativa legata a Libista e al Raviggiolo – spiega il Sindaco Eugenio Comincinimixa elementi leggendari e storici in un connubio ideale per consentire di creare un brand e un’azione di marketing territoriale: si tratta di un’occasione offerta alla città per riscoprire un dettaglio della propria storia ma anche e soprattutto per proporsi con idee innovative ed attrattive. La partecipazione a questo progetto dello chef Morelli, che per noi ha creato il piatto e che oggi ha reso possibile realizzare concretamente quello che era solo una suggestione, ha arricchito e reso ancor di più affascinante questo progetto che è solo al suo inizio. Da questo momento in poi, l’idea è quella di fare rete con ristoratori e pastifici locali per costruire insieme alla città una storia nuova, con le radici piantate nella nostra tradizione e lo sguardo rivolto a quello che Cernusco sarà domani”.

La storia di Libista e del Raviggiolo di Cernusco sul Naviglio è ora dunque a disposizione della città, delle sue realtà formative, associative e produttive-commerciali, affinché possano arricchirla con proposte e iniziative per far diventare Cernusco un centro di attrazione per coloro che amano la buona cucina tradizionale. Difficile dire se il Raviggiolo riuscirà a raggiungere la fama del vicino Gorgonzola, che ha fatto dell’omonima città una delle più conosciute in Italia, ma di certo si candida per essere una delle novità più interessanti per il futuro di questa città.

MATTEO OCCHIPINTI

raviggiolo02

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »