fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
calciofemminile

CALCIO FEMMINILE 6° EPISODIO
NESSUNA VITTORIA IN TUTTA LA MARTESANA, CHE OGGI NON SORRIDE

ott 11 • Calcio in rosa, Home, SportNessun commento

Non vince nessuno. L’unico punto per la Martesana lo porta a casa il Segrate in trasferta. Per il resto, tutte le squadre impegnate no hanno nulla per cui gioire. Vediamo nel dettaglio.

FEDERAZIONE - SERIE C – 6° giornata di andata
Speranza Agrate – Femminile Tabiago: 1 – 2
Academy Fanfulla – Femminile Ausonia: 5 – 1
Cortefranca Calcio – Pieve 010: NP
Doverese ASD – Pro Lissone: 4 – 2
Presero Femminile – Dreamers CF: 1 – 1
Riozzese – Voghera: NP
Tradite Abbiate – Olimpia Paitone: 3 – 4
Varremo Fiammamonza 1970: 0 – 5
Pontese: riposa

E con questa sono tre le sconfitte raccolte, non sempre meritatamente, dalla Speranza Agrate negli ultimi turni di campionato. Nel match di oggi contro il Tabiago, le ragazze di Sironi non riescono ad imporre un gioco, e patiscono l’atteggiamento smaliziato delle avversarie. Nonostante il 2 a 1 finale, l’Agrate era partita bene, con belle azioni e bel gioco, ma il provvisorio vantaggio di Spreafico arrivato dopo una pregevole azione corale, le avversarie trovano subito il goal del pari, e nel resto della partita le padrone di casa non riescono a produrre conclusioni davvero pericolose. Rispetto all’amarezza di Monza, dove l’arbitro aveva inciso sul risultato, questa volta il rammarico è tutto interno per la Speranza Agrate, che aspetta il prossimo turno per tornare a fare punti.

FEDERAZIONE – SERIE D – 2° giornata di andata
girone A (qui)

girone B:
Villa Cortese – Nuova Frontiera: 4 – 3
San Zeno – Fulgor Segrate: 0 – 0
Besana Fortitudo – Gropello San Giorgio: NP
Costo Valtellino – Pro Novate: NP
Ossola – Alto Verbano: 0 – 14
Vibe Ranches - Cerium Bisustum: 7 – 2

Un goal di scarto, arrivato oltre l’ 80° e dopo essere state rimontate. Non poteva finire con più amarezza la seconda partita di campionato per le ragazze del Nuova Frontiera, che a fine primo tempo sembravano poter governare un match saldamente in mano per due reti a zero, realizzate da Amadeo e Vaccarone. Anche la ripresa era iniziata sotto una buona stella, con la terza rete messa a segno da Stefanelli. “Abbiamo avuto un calo fisico nel secondo tempo che abbiamo pagato caro, infortuni compresi” ha commentato Mister Lampugnani. In effetti la ripresa ha visto una serie di sostituzioni per infortuni, e quindici minuti di puro fuoco in cui le avversarie sono passate dall’essere sotto di 3 reti, al farne 4. Ora è tempo di metabolizzare subito questa botta al morale e ricominciare a vincere.

Pareggio a reti inviolate per la Fulgor Segrate, che sul campo del San Zeno porta a casa un punto comunque importante per la classifica, e resta imbattuta.

C.S.I. - ECCELLENZA – 3° giornata di andata
Bresso – Polisportiva Carugate: 3 . 2
Settimo Calcio - San Rocco: 1 – 4
Resurrezione – Baranzatese: 1 – 1
La Traccia – San Giorgio Dergano: 7 – 0
Atletico Alveare – OSM Veduggio: 1 – 2
Ausonia – OSG 2001: 6 – 0
Real Crescenzago – UP Settimo: rinviata

Vincevano 2 a 0 le ragazze della Polisportiva Carugate che ancora oggi si stanno autogestendo in panchina. Vincevano, con un autogol e una rete di Nucara. Eppure, l’entusiasmo della possibile prima vittoria in campionato, è sfumato dopo aver preso il primo goal dalle avversarie. E’ stato lì che è venuta fuori la fragilità della squadra e di questo delicato momento. Così il Bresso ci ha creduto, e attaccando ha trovato prima il goal del pari e poi quello del vantaggio. Ci sarà ancora da aspettare prima di gioire per la prima vittoria stagionale.

C.S.I. – OPEN A – 2° giornata di andata
girone A
Real Cinisello – Speranza Agrate: rinviata

Desiano – San Francesco Cesate: 4 – 3
San Marco OSF – OSL Sesto: NP
Polis Senago – SLV: rinviata

girone B
Pro Vigevano Suardese – Asosc Melzo: 0 – 4
Wendy – Oratorio Vittuone: 2 – 0
SGB – Parona: 2 – 1
COC – Olimpia Riozzo: rinviata
Giosport: riposa

Il Melzo si è presentato sul campo della Pro Vigevano con una squadra rimaneggiata a causa delle numerose assenze, e purtroppo il risultato è stato pesante. 4 a 0 il passivo alla fine, , con due reti per tempo, e le avversarie in grado di dimostrare la loro superiorità. Ripensando ia primi minuti di gara però, con un po’ di fortuna ci sarebbe stato anche il goal delle ragazze di Melzo. Ma il divario tecnico alla fine l’ha fatta da padrona.

C.S.I. – OPEN B – 2° giornata di andata
girone A (qui)
girone B (qui)
girone E (qui)

girone C
Vaprio – Don Bosco Carugate: 5 – 3
Virtus Milano - Hockey Cernusco: 5 – 2
SDS Arcobaleno – 4 Evangelisti Young: 0 – 2

Oratorio Bornago – San Nicolao Forlanini: rinviata
San Carlo Casoretto – Sulbiatese: 5 – 2

Partita rinviata per il Bornago, che in settimana ha strappato la vittoria del primo turno di Coppa ai rigori, battendo per 8 a 6 l’Aso Cernusco Rosa.

Non inizia bene il campionato per l’ ASDO Carugate, che sul campo del Vaprio esce sconfitta con due reti di scarto per 5 a 3. IN realtà in settimana era arrivata una bella vittoria in Coppa con un perentorio 3 a 0 contro i Circolo Acli Lambrate. Oggi comunque, non era partita male la squadra di Coach Casanova, che subito nei primi minuti aveva sfiorato con Pinato la rete del vantaggio con un tiro sottomisura. Il talento del capitano avversario sale in cattedra però e porta le padrone di casa avanti di una rete. La reazione delle carugatesi è un po’ affannosa ma c’è, e Pinato pareggia su punizione concessa per fallo ai danni di Lamperti. E’ sempre su punizione però, che le avversarie trovano il goal del 2 a 1, e su un contropiede successivo anche il 3 a 1. Ad inizio ripresa l’ ASDO sembra crederci di più e tra diverse punizioni conquistate e alcune occasioni create, trova la rete che accorcia le distanze con Canevari che sfrutta un passaggio in profondità di Magni. Nel momento migliore del Carugate, sul 3 a 2, una leggerezza difensiva riporta le avversarie avanti di due, ma ciò nonostante prima la traversa di Stirati e poi la rete di Lamperti lasciano sperare in una rimonta. Nulla da fare, nel giro di pochi minuti arriva anche il quinto e ultimo goal che chiude il match.

Esordio con sconfitta di misura per l’ Arcobaleno, che contro i 4 Evangelisti Young viene punita per qualche ingenuità di troppo, ma che dimostra gran potenziale. Nei primi minuti infatti, il match regala emozioni da entrambe le parti, con un botta e risposta tra le due formazioni che sembrano equivalersi. Una mischia in area sortisce un rimpallo che firma la prima rete per le ospiti. Le ragazze di Cassina però non si smuovono e continuano la loro partita senza mollare mai. Purtroppo un fallo di mano in aerea di Scicchitano, regala un rigore alle ospiti. Bleve, portiere alla sua prima esperienza tra i pali, para benissimo ma non può nulla sulla ribattuta a distanza ravvicinata. 2 a 0, e il risultato non cambierà più. Sul finale, una splendida punizione di Pensante sfiora la traversa per quello che sarebbe stato il goal della bandiera.

Contro una buonissima squadra qual’è il Vaprio, l’Hockey Cernusco sfodera comunque un’ottima prova e si porta a casa i primi tre punti del campionato. Sotto di una rete, trovata con merito dalle avversarie, le cernuschesi si riportano in partita con una punizione di Samba, e raddoppiano con Canevese. Menzione d’onore a Rotella nei primi minuti, che con grandi interventi salva il risultato in almeno tre occasioni. La ripresa vede ancora aggressive le ragazze di Furlin, che sempre con Samba trovano il goal del 3 a 1. Il Vaprio non demorde e riaccorcia subito, ma il botta e risposta continua, e prima Cavaglieri e poi Sorgonà mettono a segno il 4 e 5 a 2. In chiusura arriva anche il terzo goal per le padrone di casa.

Non va bene nemmeno all’ Hockey Cernusco, che in trasferta sul piccolissimo campo della Virtus Milano, esce sconfitto per 5 a 2 nonostante il livello delle avversarie non fosse particolarmente inaccessibile. Sono tre gran tiri da lontano a fermare le cernuschesi, che nel primo tempo si erano portate avanti per 2 reti a 0 con Ruscelli e Vecera. Un goal sul finire di tempo per le padrone di casa, e uno subito all’inizio, riportano il match sul pareggio. Il resto ve lo abbiamo già detto: tre tiri da fuori su un campetto quasi da calcio a 5, regalano la vittoria alla Virtus.

girone D
SGB Desio – ASO Cernusco Rosa: 5 – 0
San Carlo Muggiò – APO Vedano: 0 – 0
Resurrezione B – Nuova Amatese: 3 – 1
Circolo Acli Lambrate – Misinto B: NP

Il risultato è rotondo è vero, ma bugiardo e viziato da alcuni fattori non irrilevanti. Le ragazze dell’ Aso Cernusco Rosa infatti, si presentano in trasferta contate e decimate dall’influenza, e in più con l’unico portiere a disposizione fasciato ad un polso. Il campo del Desio è molto piccolo, ma in compenso le porte sono quasi da match a 11, cosa purtroppo frequente in molti oratori. Così, la squadra di Canzi, che fino a metà della prima frazione aveva creato molto seppur concretizzando poco, si ritrova sotto di 4 reti alla fine del primo tempo, con quattro goal presi su tiri da lontano. Nella ripresa escono orgoglio e dignità delle ragazze di Cernusco, che invece di capitolare costruiscono azioni, senza finalizzare al meglio, ma senza nemmeno subire. Peccato per la leggerezza dell’estremo difensore dell’ Aso proprio sul finire, che regala la cinquina al Desio. “Ci sono evidenti miglioramenti comunque, e stiamo aspettando il primo risultato positivo“, ha commentato Coach Canzi. E in effetti i miglioramenti sono apparsi evidenti soprattutto in settimana, durante il match di coppa perso 8 a 6 ai calci di rigori, e contro una squadra rodata ed esperta come il Bornago. In quell’occasione la partita era finita 3 a 3 con tripletta di Mondonico, e un portiere fenomenale. Sul 3 a 1 però, il calo mentale ha concesso al Bornago di recuperare.

Per tutte le classifiche e i risultati della Lady Cup, visitare il sito Azzurragirls,
nostro partner per questa rubrica di calcio femminile.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »