fake id california fake id online maker texas id best state for fake id fake id review illinois fake id fake id usa reddit fake id how to get a fake id how to get a fake id buy usa fake id buy fake id fake school id connecticut fake id cheap fake id best fake id fake id maker fake id god fake id website Fake id generator Fake id Fake id maker reddit fake id/ how to make fake id fake drivers license/ best fake id
cheap ray ban sunglasses outlet cheap oakley outlet sale cheap Ray Ban sunglasses online cheap Ray Ban sunglasses outlet uk Cheap Ray Bans Outlet cheap ray bans sale cheap ray ban glasses Ray ban sunglasses for cheap cheap ray ban sunglasses cheap ray ban glasses outlet cheap ray ban glasses cheap oakley sunglasses outlet Wholesale oakley sunglasses cheap oakley sunglasses online occhiali da sole ray ban clubmaster oakley Italia ray ban italia occhiali da sole ray ban outlet
renderingmaritata

CARUGATE
IN ARRIVO “LA MARITATA”, NUOVA OPERA D’ARTE DONATA AL COMUNE

lug 28 • Arte, Cultura e Spettacolo, Home, Politica e Amministrativa2 commenti

Si chiama “La Maritata“, è un’installazione verticale già esposta in Villa Reale a Monza in occasione del Festival degli Orti, con un valore culturale stimato intorno ai 60.000 euro, ed è stata donata al Comune di Carugate dalla Nuova Malegori, impresa che dal 1998 cura il verde cittadino.

L’opera è frutto dell’ingegno di Benedetta Tagliabue, architetto dell’importante studio spagnolo EMBT di Barcellona, che ha concepito questa struttura con materiali appositamente grezzi che richiamano il lavoro contadino: un basamento in cemento infatti, sorregge un’armatura di ferri sui quali sono installati piante e cesti di vimini, nei quali crescono la vite tipica delle zone brianzole, e diverse piante aromatiche e rampicanti. Proprio l’intreccio di vite e gelso (rappresentato dall’armatura), dà il nome all’opera, “maritata” appunto.

Quando l’installazione è stata presentata alla Villa Reale di Monza, noi eravamo presenti -ha spiegato il Sindaco Umberto Gravina- dopo l’esposizione si poneva il problema di collocare l’opera, e a quel punto è venuto fuori il nome di Carugate. Servirà per abbellire la nostra cittadina”. 

Con ogni probabilità l’accettazione della donazione verrà approvata nel Consiglio Comunale di oggi 28 luglio, ma nel frattempo è certo che l’installazione verrà collocata nella rotonda all’ingresso della Via XX Settembre, quella che incrocia Via Guido Rossa. 

L’autrice Benedetta Tagliabue, figlia del consigliere d’eccellenza storia e giardini della Villa Reale, Ingegnere Pierluigi Tagliabue, ha così spiegato la sua idea: “Contavo per aiutarmi nel realizzare questo progetto, sull’entusiasmo dei miei amici e degli ex collaboratori locali e soprattutto sull’expertise di mio padre sulla storia della Villa Reale e sul suo giardino. Quindi Alessandra Pirovano, architetto e meravigliosa ex collaboratrice monzese, ha avuto una conversazione con mio padre ed abbiamo ricordato così molte storie sul Parco di Monzail susseguirsi dei disegni del giardino, dal Piermarini al Canonicae storie di coltivazioni. Ci è piaciuta in particolare la storia della “maritata”: la Vite e il Gelso che vivevano in simbiosila vite arrampicandosi attorno al Gelso, la vite che dava il vino e il gelso che alimentava i bachi e indirettamente produceva la seta. Questa storia è la fonte d’ispirazione del nostro allestimento, dove sono rappresentati i gelsi attorno ai quali si arrampica la vite anche se i gelsi questa volta son di ferro e la vite si appoggia a un banco di cemento. Molti cestini di vimini e cappelli di paglia appesi alla struttura ci avvicinano al mondo contadino, quel mondo bucolico che ricordiamo tutti perché, anche se non l’abbiamo vissuto, lo portiamo dentro”.

Una nuova opera d’arte di prestigio si appresta a fare il suo ingresso in città. Nell’immagine di copertina vedete il rendering eseguito dall’architetto Genghini, qui sotto uno schizzo.

Schermata 2015-07-28 alle 08.04.19

 

 

Related Posts

2 Responses to CARUGATE
IN ARRIVO “LA MARITATA”, NUOVA OPERA D’ARTE DONATA AL COMUNE

  1. Zorro scrive:

    Dopo aver letto le motivazioni che hanno generato questo obrobrio sono ancora di più amareggiato e avvilito per lo spreco di energie che vengono decantate come arte e conoscenza della civiltà contadina e che invece rappresentano tutto l’opposto.
    Se occorrono 4 professionisti per illustrare con tondini di ferro il gelso, con cemento e vasetti di vimini con cappelli di paglia la bucolica vita contadina, siamo alla frutta, ma quella andata a male.
    Chi pensa che questa sia un’opera prestigiosa che abbellirà il paese, confonde il significato; quest’opera è al livello della cultura dei nostri amministratori dei nostri tempi.
    Nel nostro piccolo ci hanno rifilato un po’ di EXPO , tutta apparenza e niente sostanza;
    (fare paragoni con questa “maritata” e il giardino della Villa Reale, partendo dal Piermarini al Canonica è immaginifico.

  2. murun scrive:

    con gli ispiratori dell’opera si è volato alto, l’atterraggio, il risultato è stato piuttosto avventuroso, non si faceva prima a piantare un murun e una vite, a proposito è vero che la Storia ormai si riscrive ad uso di chi ne ha la forza ma siamo sicuri che la vita dei contadini fosse “bucolica”?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »